Selene Calloni per Enjoy The News.

La morte? Non esiste. Così come la conosciamo, come negazione della vita, essa è un fenomeno culturale, alimentato dal senso della colpa e dalla paura. Ecco perché nel momento della morte chiudiamo gli occhi, non vogliamo vedere e siamo terrorizzati. Il morente dimentica il vivente… interrompendo il cerchio della consapevolezza.

Nella nostra cultura la morte è un oblio, una dimenticanza, una disattenzione. Il momento in cui hai cominciato a vivere è anche il momento in cui hai cominciato a morire. In realtà morte e vita si accompagnano come due amanti sempre uniti. Se ritrovi questa unione, ritrovi la circolarità, l’assenza di paura.

Per i commenti rispettare la Netiquette

 

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook