serena

Se voglio davvero creare un canale comunicativo autentico con i bambini devo guardarli negli occhi…

 

Niente di vero tranne gli occhi è il titolo di un famoso libro dell’autore Giorgio Faletti. Sull’importanza dello sguardo sono state spese moltissime parole. Non a caso si sostiene che siano la finestra che si affaccia direttamente sull’anima ed è sufficiente inserire poche parole chiave nei motori di ricerca per avere accesso a migliaia di aforismi che ne elogiano la potenza. Dal famoso Shakespeare, passando per Goethe, Frida Kahlo, Bob Marley fino ai più cinguettanti poeti odierni: gli utenti di Twitter.

Lavorando in una scuola dell’infanzia mi sono accorta che se voglio davvero creare un canale comunicativo autentico con i bambini devo guardarli negli occhi. Qualcuno penserà che sia un cosa piuttosto ovvia e scontata, forse per qualcuno lo sarà davvero, ma è davvero così semplice? È sufficiente uno sguardo autorevole lanciato dall’alto? No.

Io sto parlando di abbassarsi fisicamente, di piegare le adulte ginocchia e di avere i propri occhi all’altezza di piccoli, ma potenti bambini.

Quando questo atto si compie con il cuore e la mente libera da qualsiasi sovrastruttura si può accedere a un mondo. Un mondo immenso. Il loro mondo.

In un solo secondo si diventa protagonisti del compiersi di un atto magico che ci proietta dritti nell’anima di un altro essere umano. Un’anima immensa contenuta in un corpo piccolo che spesso è alle prese con l’imparare a svolgere azioni per noi semplicissime.

Eppure gli adulti lo fanno raramente, perché? Perché fa paura. Tanta. Perché se vuoi guardare l’anima di un altro essere umano devi essere disposto a mostrare la tua. Devi permettere a queste piccole creature di vederti nudo e per fare tutto ciò occorre coraggio.

Come dice il grande e amato Igor Sibaldi, “coraggio, perciò, vuol dire fare cose che rivelino (a te innanzitutto) il tuo cuore, cioè la tua autenticità; e scoprire in tal modo quanto è grande quel che in te è autenticamente tuo”.

Vi auguro di avere il coraggio di farlo, di vincere il timore e di mettervi a nudo davanti ad anime pure, e se vi rispondono con un sorriso sappiate che probabilmente hanno visto più di quanto sappiate di voi stessi e per un attimo i vostri cuori si sono sfiorati.

Buona vita, buon coraggio e buona magia.

Serena Milano

 

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook