piu-barrette2

Le barrette di sesamo sono ricche di calcio e altri preziosi minerali. Ecco una ricetta crudista per prepararle in casa. A cura di Francesca Più.

 

Dopo la recente neve che ci ha fatto visita, la richiesta di cibi energetici e ad alto valore nutritivo si fa sentire.

Questo mese vi propongo delle barrette energetiche piene di nutrienti, amminoacidi e grassi essenziali, e tantissimi sali minerali, soprattutto calcio.

piu-barretteUseremo i semi di sesamo. Questi semi, inseriti nella nostra alimentazione quotidiana (così come sono, macinati o sotto forma di crema di sesamo o “tahin”), ci assicurano un’ottima integrazione di calcio per le nostre ossa, da fonte biodisponibile e non solo: questi doni naturali contengono anche un’alta percentuale di altri minerali come fosforo, magnesio, potassio, selenio, ferro… e si rivelano, inoltre, come tutti i semi oleosi, una fantastica risorsa di acidi grassi essenziali omega 3 e 6.

Ricordiamoci, a ogni modo, che una buona esposizione al sole stimola la produzione di vitamina D nel nostro corpo e aiuta a distribuire e fissare al meglio il calcio nelle ossa.

In ultimo, ma non per importanza, queste barrette, oltre a fare molto bene, sono di una bontà incredibile… Ecco la ricetta!

Barrette energetiche “Apriti Sesamo!”

piu-barrette-hIngredienti (per circa 4 barrette)

– 80 g circa di semi di sesamo al naturale (vanno bene anche tostati, anche se in questo caso la ricetta non sarà più crudista)
– 1 cucchiaio di tahin (crema di sesamo) integrale al naturale
– 40 g circa di uva sultanina reidratata (o di datteri Medjool)
– 2 cucchiai scarsi di semi di lino macinati al momento
– 2 cucchiai abbondanti di cocco in scaglie
– 1 cucchiaio di olio di cocco spremuto a freddo
– Vaniglia o cannella a piacere
– 1 pizzico di sale integrale (facoltativo)

Procedimento

Frullate tutto, poi stendete il composto ottenuto in modo uniforme in una terrina foderata di carta da forno, aiutandovi con una spatola.

Tagliate il composto steso in modo omogeneo in “barrette”, e lasciate riposare in frigorifero per qualche ora, sino a che non si solidifica.

Potete mangiarlo al momento, o portarlo con voi come una vera e propria barretta energetica, avvolgendola nella carta da forno e richiudendola con un nastro di stoffa o della corda.

Francesca Più

 

Fonte immagini: www.carrotsandspice.com

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook