Tavola Rotonda con Gian Paolo Del Bianco, Chantal Dejean, Sonia Cortopassi, Giuseppina Tazzioli, Riccardo Sardonè, Pier Giorgio Caselli, Francesca Andreazzoli – Convegno Dialoghi Sulla Coscienza (7-8-9 aprile 2017, Villa Bertelli, Forte dei Marmi) a cura di Simona Barberi Eventi.

 

Tra gli argomenti del video:

L’amore è l’unico viaggio della coscienza.

Quando realizziamo un desiderio che è solo uno di quelli che con la “d” minuscola, passiamo a un altro desiderio.

La mente passa da un desiderio all’altro, fino a quando non incontra l’amore, che la spiazza.

Nell’amore c’è qualcosa di ignoto che non può essere afferrato, richiede di lasciar andare il controllo e avere fiducia.

L’anima non vive per il desiderio, così come fa la mente, ma vive nell’abbandono fiducioso all’amore.

*

L’energia del Creato si esprime a livello terrestre tramite opposti.

Amare se stessi è importante. La vita ci chiede di accoglierci e amarci per quello che siamo. L’unico vero contratto che siamo venuti a rispettare è quello di amarci.

*

Molte delle patologie psichiatriche sono correlate alla mancanza di amore.

Il disagio psicologico e la grave malattia mentale porta la famiglia del paziente a emarginarlo ancora di più.

C’è l’idea che il pazzo in qualche modo non sia “normale” e non possa avere relazioni d’amore.

*

Quando siamo innamorati proviamo amore e passione.

Lo spiazzamento accade sia nella relazione di cura sia nella relazione d’amore.

L’amore non ha bisogno di troppa luce, occorre anche una dimensione di oscurità.

Quando siamo innamorati abbiamo il linguaggio dei folli.

La matrice di molti dei nostri problemi risiede nel non sentirci amati.

Ognuno di noi ha una mappa emotiva con un suo proprio codice di decifrazione. Due persone con due mappe emotive diverse rischiano di interpretare in modo diverso la loro interazione.

*

Il Divino si manifesta attraverso tutti gli esseri in varie manifestazioni.

Tutte le persone che incontriamo e che ci ostacolano sono al servizio della nostra crescita e del farci realizzare che l’unico posto dove cercare Dio è dentro di noi.

*

Una qualità dell’amore è anche la leggerezza. Si può trovare la leggerezza anche in mezzo ai problemi e questo aiuterà a rilasciare il karma.

Una persona leggera può offrire qualcosa agli altri in modo incondizionato.

Spesso una volontà superiore si manifesta in un cuore leggero.

*

La mancanza dell’amore è terreno fertile per i sintomi e le malattie.

Nella nostra società a livello di salute la prima causa di mortalità è legata alle malattie cardiovascolari. Forse questa è la traduzione somatica del fatto che siamo lontano dal nostro cuore?

Buona parte delle donne ha problemi ginecologici e malattie che le fanno sanguinare, che sono l’espressione simbolica delle lacrime e della mancanza di amore.

*

La parola “serenità” ha abbassato l’asta, come se la felicità fosse inarrivabile. Si può essere felici non cercando un desiderio dietro l’altro, ma vivendo ciò che c’è.

L’amore e la felicità sono legati in maniera indissolubile.

C’è sempre un’occasione per poter gioire.

La felicità è spesso intesa come assenza di ciò che ci fa stare male, ma ciò che ci fa stare male non è nemico della felicità. Ci sono cose che causano sofferenza, ma anche quella sofferenza è dentro la felicità.

La felicità non è esclusione di ciò che ci crea un disagio o un inciampo.

Si tratta di innamorarsi della vita e amarla. Se la amiamo, allora siamo grati.

Non si può amare senza provare gratitudine. La felicità accade tra l’amore e la gratitudine.

*

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: http://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: http://anima.tv/redazione/2017/206-sostenere-anima-tv/

Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: http://anima.tv/netiquette/

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook