Elisabeth Mantovani

Elisabeth Mantovani inizia il suo percorso all’interno degli insegnamenti esoterici avvicinandosi all’arte simbolica di fine ottocento, in particolare all’arte visionaria di Blake, al misticismo e al modo di concepire il fare pittorico dei prerafaelliti. Durante questo periodo legge Keats, Shelley, Coleridge, i poeti francesi del periodo decadente, in particolare Verlaine e Rimbaud, e s’interessa alle opere di Shakespeare.

Dopo aver conseguito in diploma in lingue straniere, prosegue i suoi studi artistici presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, ampliando la ricerca a correnti e forme d’arte diverse: il trecento italiano, in particolare Simone Martini, la Secessione Viennese, l’informale di Fautrier, Tapiès e Giacometti, il purismo primitivo di Martini, le forme archetipiche di Rodin.

Il suo lavoro come pittrice si associa a tematiche ermetiche e naturaliste, in cui il simbolo e l’analogia diventano chiavi d’accesso al mondo intimo e segreto che ci svela le dinamiche e i rapporti dell’uomo con l’Universo che lo invade e di cui allo stesso tempo fa parte.

Dal 1990 al 2000 Elisabeth Mantovani espone in numerose occasioni i suoi percorsi di ricerca attraverso dipinti e scritti in Italia e in Francia ( Nizza-Forum des Livres-1996, Grenoble -Consolato Italiano-1997 sono due delle tappe francesi).

La Numerologia è la prima tappa all’interno dell’interpretazione della simbologia ermetica.
In Francia prosegue abbinando lo studio dei numeri a quello degli Arcani Maggiori dei Tarocchi, approfondendo l’analisi delle iconografie attraverso la lettura di testi di Eliphas Lèvi, Oswald Wirth, Piot Ouspensky, Alesteir Crowley, Stuart Kaplan, Mac Gregor Mathers…

Parallelamente prosegue gli studi di Astrologia, sia dal punto di vista storico che antropologico.
Importanti sono le letture che riguardano l’opera dello psicologo tedesco Carl Gustav Jung: i suoi studi sull’Astrologia e sugli archetipi dell’inconscio collettivo.
Tra le influenze che hanno caratterizzato il lavoro e le ricerche in ambito astrologico di Elisabeth ricordiamo inoltre gli studi sull’opera di Marceline Senard e di Krafft, gli studi di astrologia legati alla cosmogonia rosacrociana.

Dal 1998 l’attività di Elisabeth Mantovani si esplica attraverso i corsi e le conferenze riguardanti lo studio e la comprensione del simbolismo ermetico ed esoterico, il valore storico delle scienze esoteriche, l’Astrologia, la Kabalah, il percorso degli Arcani Maggiori dei Tarocchi come metodi di ricerca e di conoscenza dell’uomo e della sua interazione con l’Universo.

Nel 2001 Elisabeth Mantovani fonda l’associazione culturale LaRoseNoire, riunendo in un unicum quanto mai fertile e vitale gli interessi fino ad allora coltivati: esposizioni, concerti, attività didattica, ricerca spirituale ed esoterica diventano le fondamenta della nuova realtà appena costituita, che in brevissimo tempo attira l’attenzione di un pubblico nazionale ed internazionale.

Nel 2004, dopo anni di esperienza nella didattica e nella ricerca esoterica, Elisabeth Mantovani firma i primi volumi della neonata sezione editoriale de LaRoseNoire: “Astrologia – Scienza Umana e Celeste”, “I Tarocchi”, il saggio “Stelle, Costellazioni e antichi Miti nella simbologia degli Arcani Maggiori”ed infine “La Meditazione sui Tarocchi” in cui i Tarocchi Medievali vengono presi in considerazione come un vero e proprio strumento d’iniziazione con espliciti riferimenti al pensiero ermetico e alle tecniche della memoria che, attraverso il corretto uso dell’immaginazione, portano al sapere integrale.

Importanti sono stati negli ultimi anni gli studi riguardo i classici greci e la cultura neoplatonica del XV secolo, in particolare: “Il Timeo” di Platone, “La turba dei Filosofi”, “Visioni e Risvegli” traduzione degli scritti di Zosimo da Panopoli; gli scritti di Giovanni Pico della Mirandola oltre ai numerosi saggi sul pensiero pitagorico e neoplatonico; gli studi sulla Kabalah e il corpo umano attraverso gli scritti di Annick de Souzenelle e le ricerche che Elisabeth ha condotto da autodidatta sulla biologia e la chimica del corpo umano.

Insieme all’attività didattica dal 1997 al 2005, Elisabeth si è specializzata nella pratica di lettura e meditazione coi Tarocchi, nella stesura e interpretazione del tema natale, nella comparazione delle carte natali di coppia, nell’astrologia karmica e famigliare completando così gli studi e la ricerca spirituale con esperienze pratiche che hanno portato a un approfondimento psicologico delle discipline esoteriche.

Dal 1997 al 2004 è stata insegnante di Astrologia, Numerologia e Tarocchi Medievali presso i corsi organizzati da Arci Nuova associazione nei circoli culturali di Modena, Sassuolo e Formigine.
Ha inoltre svolto corsi e conferenze con l’Università Primo Levi di Bologna, il centro Damanhur di Modena, il centro studi ermetici “Il Convivio di Bologna”, l’associazione “Athame” di Milano.

Dal 2004 al 2007 Elisabeth Mantovani ha collaborato con la libreria modenese “La Scienza dei Magi” nella proposta di incontri e seminari riguardanti l’Astrologia, la Kabalah e i Tarocchi.

Dal 2005 tiene inoltre una rubrica di consigli e suggerimenti sul sito web www.vitanaturale.it e collabora alla programmazione culturale del Salotto Aggazzotti di Modena.

Dal 2005 collabora con la Fondazione Villa Sorra nella proposta di eventi e visite guidate al giardino storico.

Insieme all’associazione LaRoseNoire Elisabeth ha organizzato e gestito quasi cento concerti e spettacoli teatrali presso: il circuito dei castelli Matildici nella provincia di Reggio Emilia (Castello di Arceto, Castello di Rossena, Rocca di Scandiano), Villa Sorra (Modena), Teatro Dadà, Castelfranco Emilia (Modena), Castello di Vignola (Modena)…Prediligendo suoni etnici, folk, tantrici e di elettronica d’avanguardia, tematiche simboliste, esoteriche, di ricerca storica ed antropologica.

Contemporaneamente agli studi in ambito esoterico e alla ricerca spirituale Elisabeth Mantovani ha continuato la sua attività pittorica prediligendo come sempre le tematiche legate all’ambiente naturale, punto di contatto e di raffronto per l’uomo con le dinamiche universali.

Le immagini analogiche di Elisabeth Mantovani sono frutto di un’esperienza individuale che proietta l’artista nelle dinamiche del mondo riconoscendosi di volta in volta, attraverso la percezione sensoriale, nelle forze che lo attraversano e nelle fasi che ne animano incommensurabile ciclicità. Le tecniche privilegiate sono l’acquerello, il pastello acquerellato, le chine brillanti e trasparenti e l’acrilico diluito con molta acqua. Tecniche veloci e dirette che possono tradurre simultaneamente il potenziale immaginativo dell’artista. I paesaggi, gli insetti, i pesci, i fiori che sembrano fatti di alito sono tutt’uno con l’acqua-colore: immagini provenienti da un mondo segreto e interiore che si proietta nella dimensione infinita di tutte le manifestazioni della Natura. Tutte le opere sono realizzate su carta di cotone.

Pubblica:
Astrologia dalla A alla Z (Anima Edizioni)
Simboli, Miti e Folklore in Arte Romanica (Artestampa Edizioni)
Estensi: Storia, Simboli e Magie di Corte (Artestampa Edizioni)

astrologia-a-z   simboli-miti-folklore-in-ar

Siti web:
www.larosenoire.it
www.elisabethmantovani.com