01art_orologio4

L’astrologia karmica ci aiuta a prevedere le crisi e ad affrontare al meglio il nostro destino.

Dal primo respiro l’orologio della vita si mette in marcia, la lancetta inizia, a partire dall’ora-minuto-secondo, a percorrere iltema astrologico. Immaginatevi un oroscopo: dall’Ascendente del grafico parte il meccanismo che segnala, incontrando ogni pianeta, i tempi delle varie realizzazioni.

È il sistema inventato da Huber in 25 anni di studi. Il percorso completo si compie in 72 anni, anche se naturalmente la vita può andare oltre. Ogni pianeta segnala, come una pietra miliare, un determinato avvenimento che avrà luogo ad una certa età. Il meccanismo di questo orologio si può modificare, perché le date che ci segnala sono soggette al libero arbitrio.

Ma c’è un secondo orologio, più nascosto, che percorre l’oroscopo karmico – disegnato in modo particolare – e lì ogni pianeta segnala qualcosa di fatale, nel bene o nel male. L’eterna domanda che viene posta ad un astrologo è: “Quando avverrà una certa realizzazione?” oppure “Perché debbo vivere questa esperienza?”.

Ecco la mia risposta! Con il mio metodo che integra il sistema di Huber, analizzando il farsi della vita, si possono prevedere le crisi, i giri di boa, le felici soluzioni del destino, o, ancora meglio, lo scioglimento dei nodi che possono essere attivati attraverso la nostra coscienza, la nostra consapevolezza. L’iniziato vivrà le medesime situazioni ma incerandole attraverso una sua crescita interiore che può giungere alla realizzazione del Sé spirituale.

Difficile fare esempi: vale solo l’esperienza diretta […] Per imparare a modificare i meccanismi che ci imprigionano: ad un certo punto della vita si scopre che esiste una ‘coazione a ripetere’, come dicono gli psicanalisti. Un avvenimento torna periodicamente a sconvolgere la nostra vita: cambiano i protagonisti ma l’evento è simile a qualcosa che si è già verificato. La domanda che sorge spontanea è: “Esiste il destino?Possiamo mutare le cose o dobbiamo subirle, come possiamo fare per uscire da questa trappola?”

Un esempio: se, ad un certo punto della mia vita, in cui è possibile prevedere un incendio nel quale potrei trovare la morte, ho compiuto un adeguato cammino spirituale e mi sono preparato, mi brucerò comunque con un fiammifero, ma non succederà altro. Il destino si è compiuto come annunciato, senza conseguenze drammatiche. Un altro esempio: Saturno porta un periodo di chiusura, di attesa, di introspezione, di blocco, anche fisico! Se mi concentro e compio un lavoro di ascesi spirituale, che può durare anche mesi, evito certamente che avvenga un blocco fisico che può essere dato da una frattura, da una mancanza di denaro, dal dovere di assistere una persona che soffre. Il destino si è compiuto! Saturno ha avuto il suo effetto ma, accettando la sua lezione, rendendo positiva la sua influenza, l’esperienza si è trasmutata da negativa in positiva.

Analizzando le situazioni giornaliere che stiamo vivendo, si scopre che tipo di tendenza avranno. Faccio un esempio personale: avevo una piccola eredità da investire, che, giorno dopo giorno, si stava assottigliando. Ho compreso che avrei perso irrimediabilmente il mio denaro, ed allora ho acquistato un piccolo appartamento ed ho contratto un debito. E così, invece di disperdere ciò che avevo, ho speso senz’altro più denaro, ma non ho contrastato il destino accentuandone, però, il disegno. Se esiste nell’oroscopo un “fattore x” che, come un gorgo, rischia di travolgerci, è inutile contrastare questa forza, ma è meglio leggerne il significato per volgere l’avvenimento negativo a nostro favore.

Se l’astrologia è l’arte di mettere la vela secondo il vento per sfruttare le correnti cosmiche, sarà ancor meglio scegliere i tempi giusti per agire. Una cosa buona nel momento sbagliato non darà buoni frutti, e così un avvenimento triste può costituire un insegnamento prezioso invece di divenire un trauma. Se non possiamo cambiare il trend, la tendenza esteriore, possiamo modificare la nostra chiave di lettura della vita e così sottrarci a prove che non è detto dobbiamo subire per forza! È una strategia che consiste nel valutare la forza del vento che può rompere l’albero della nostra imbarcazione e, poi, agire di conseguenza.

La lettura dell’oroscopo karmico, eseguita con il mio metodo, indica da dove deriva la sofferenza attuale. Io analizzo le situazioni negative in modo pratico, senza inutili psicologismi. La chiave di lettura del passato è nascosta nel primo tempo di un film che non conosciamo, perché noi ne stiamo vivendo il secondo tempo. In un mondo che cambia rapidamente ed ha sete di spiritualità, il futuro è nelle nostre mani e va vissuto con il giusto atteggiamento. Quando ci scontriamo con una situazione che si erge davanti a noi come un muro invalicabile, è perché da quella parte non dobbiamo andare o abbiamo sbagliato traiettoria. L’armonia cosmica ci viene incontro impedendoci di compiere altri errori ancora più gravi. Passerà del tempo e noi, secondo questa massima cinese, potremo concludere, di fronte ad un avvenimento inspiegabile:“chi lo dice che sia stata una disgrazia?” oppure: “chi lo dice che sia stata una fortuna?” In entrambi i casi bisogna attendere per capire!

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook