Feng Shui ed oli essenziali

Nel Feng Shui, per migliorare la qualità dell’ambiente si fa uso anche degli oli essenziali: vediamo in che modo…

Grazie agli oli essenziali è possibile armonizzare in maniera naturale gli ambienti in cui passiamo le nostre giornate agendo simultaneamente sia sulla qualità dell’aria che respiriamo, sia sulla salute delle cellule del nostro corpo.

E’ importante sottolineare due importanti aspetti: il primo riguarda la qualità degli oli essenziali e secondo il modo di utilizzo. E’ indispensabile che gli oli siano stati ottenuti con un corretto procedimento, purtroppo non basta che sulla boccetta ci sia la dicitura “naturale al 100%”, la legge non tutela in maniera corretta ancora questo aspetto… diciamo che già acquistarli in farmacia o in erboristeria tutela abbastanza il consumatore; sono sicuramente da evitare quelli venduti a pochi euro nelle bancarelle a meno che non vogliate un prodotto totalmente chimico.

Un uso indiscriminato e scorretto degli oli essenziali può produrre anche effetti dannosi. Basti pensare alle numerose mamme accorse dal medico per problemi respiratori anche gravi dei loro bambini dopo aver diffuso nelle stanze per interi mesi l’Eucalipto (globulus). Questo olio essenziale infatti va utilizzato solo per brevi periodi (massimo 10 giorni) e solo se i canali respiratori sono ostruiti da muco stagnante. Il mio consiglio è di affidarsi sempre ad un esperto Aromaterapeuta o Naturopata per la scelta degli oli essenziali evitando il fai da te.

Nella tabella sotto riportata sono evidenziate le proprietà degli oli più utili per rigenerare vibrazionalmente un’abitazione. Solitamente si usano dalle 3 alle 7 gocce in totale di uno o più oli essenziali all’interno del diffusore.

07_oli3

Come potete osservare in tabella, ad ogni olio essenziale è associato un colore prioritario ed un Movimento prevalente. Da ciò consegue che possiamo agire sulle problematiche di salute con gli stessi principi della cromoterapia e applicare le leggi dei cinque Movimenti della Medicina Tradizionale Cinese.

Tenere comunque presente che difficilmente ad un olio essenziale è associato un solo colore o un solo Elemento (qui in tabella sono evidenziati solo i prioritari) e quindi anche in questo caso è sempre consigliabile il parere di un esperto.

Per un uso personale si può anche inalare l’olio direttamente dalla boccetta (1-3 inspirazioni con la boccetta vicino al naso) per 3-4 volte al giorno. Non è indispensabile ingerire l’olio essenziale (ed in alcuni casi può essere anche molto pericoloso) in quanto le essenze sono in grado di raggiungere i nostri organi più interni anche con la semplice inalazione. Questo rende ancora più rilevante l’importanza di ricorrere solo ad oli essenziali di grande qualità.

Per qualsiasi domanda potete contattarmi via mail all’indirizzo naturopatia@omardiscepoli.it

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook