Articolo

SessualMente

SessualMente

Il piacere e la passione sono parte della vita, e sono una chiave importante per la conoscenza del proprio Sé…

 

Parto da una saggia esortazione che spesso ci sembra un miraggio, ma che, invece, può diventare realtà: la vita va goduta!

Possiamo considerare il momento dell’orgasmo, sia per l’uomo che per la donna, come un riflesso incondizionato tra molti altri. L’eccitazione ed il piacere sessuale raggiungono il loro apice nell’orgasmo. E se non ci sono problemi neurologici che portano all’assenza di percezione sensoriale, godere sessualmente è istintivo e si sente, inevitabilmente.

Le culture Tradizionali, soprattutto quelle di stampo matriarcale, insegnano che quando si vive un’esperienza orgasmica si entra in uno stato di beatitudine, ossia assenza assoluta della mente che controlla. Assenza di pensieri del passato (che può essere anche il momento appena precedente al presente) e/o del futuro e presenza di una condizione di “sospensione” spazio-temporale.

Si entra in contatto con la dimensione del piacere, che è la molla reale dell’evoluzione e, per chi è interessato, in contatto con il divino che è in noi, che può manifestarsi solo nella condizione di assoluto presente. In questo senso, è più appropriato parlare di condizione orgasmica della persona, come nel Touch of Passion, piuttosto che di orgasmo solo genitale, perché le sensazioni di piacere pervadono tutto il bacino e poi si espandono in tutto il corpo.

Wilhelm Reich, medico e psicoanalista austriaco, ancor prima di Lowen, nella prima metà del secolo scorso, grazie alle sue ricerche sia in campo psicologico che fisiologico ed energetico, ha iniziato un movimento di liberazione sessuale, consapevole che la repressione della sessualità, a partire dall’infanzia, era la prima causa dell’insorgere di disturbi caratteriali e nevrotici nell’età adulta. Per la struttura fisica del corpo, l’orgasmo è infatti un momento di intensa rigenerazione. Un principio della fisica, infatti, è che l’energia non si distrugge, ma si trasforma: quando l’energia sessuale non viene espressa, dunque, trova altre strade che creano squilibri psico-fisici.

E’ possibile distinguere due tipi di orgasmo: il cosiddetto orgasmo completo che interessa le nostre capacità sia sensoriali che motorie; e l’orgasmo parziale, invece, che è limitato all’area genitale ed è quello che spesso si sperimenta con la masturbazione individuale o con un partner. Il tantra è una delle forme più antiche di crescita spirituale, considerata molto diretta e lineare, e parte tra le altre cose dal presupposto che il corpo umano è un tempio, in quanto è un’espressione del Divino, per cui attraverso il piacere e la passione è possibile raggiungere condizioni meditative molto profonde. A Khajuraho, in India, esiste un complesso di templi interamente ricoperti da sculture che raffigurano posizioni sessuali, e che il governo patriarcale musulmano voleva coprire con una colata di cemento; in realtà, tali templi costituiscono un vero e proprio trattato di meditazione.

Nelle posizioni dell’amplesso la coppia realizza condizioni energetiche estremamente sottili, utilizzate anche per la guarigione psicofisica. Nella pratica tantrica, infatti, esistono diversi modi di amplificare l’unione nel piacere fra due corpi, espressione di una coscienza senza limiti. Oggi si trovano in circolazione diversi testi che descrivono ed illustrano queste pratiche meditative; anche se troppo spesso in Occidente vengono utilizzati come pretesto per una lettura quasi pornografica, dimostrando ancora una volta come la cultura patriarcale porti le persone a trovarsi in una condizione di profondo disagio, fino ad essere incapaci di comprendere una visione diversa del sesso e della passione.

Vi sono alcune tecniche che utilizzo da anni nella mia esperienza professionale di terapeuta, e che in gran parte ho vissuto e sperimentato in prima persona nel mio percorso individuale di donna che si è riappropriata della propria Passione e della propria Sessualità. E’ possibile sperimentare serenamente la nostra sessualità solo se siamo mentalmente equilibrati; di contro, una mente libera presuppone un rapporto sereno con il nostro corpo.

La repressione della sessualità, attuata ingegnosamente dalle culture e religioni patriarcali, ha legato per secoli il sesso e la mente in un tiro alla fune in cui, in realtà, entrambe le parti hanno rischiato di perdere la presa e piombare a terra.

Per approfondimenti:
Ebook SessualMente

 

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook