Conferenza di Erica F. Poli sul rapporto femminile/cibo per il ciclo di serate Femminil-Mente a cura di AnimaEventi.com

Tra gli argomenti:

Il cibo non è solo cibo, ma un bisogno primario e il primo strumento di relazione con il mondo.

La mente guida il nostro rapporto con il cibo, ma anche il cibo influenza la nostra mente.

Il nutrire e coltivare la vita è una modalità femminile.

Quando ci sono problemi con il peso, spesso il cibo è proprio il mezzo con cui una donna mette a tacere le proprie emozioni.

Il motivo che invece spinge l’anoressica a non mangiare non è la mancanza di fame perché si deve vedere più magra, ma perché chiude le porte a chi gli sta intorno: è il suo modo di dire di no. “Se mangio, accetto di appartenere, di far parte… di qualcosa, di un gruppo…”

La bulimia spesso è l’altra faccia della medaglia. L’anoressica in genere dice di no alla figura materna, la bulimica a quella paterna.

Parlando del generico sovrappeso, distinguiamo una parte di donne che controllano in modo ossessivo il peso e la circonferenza. C’è un collegamento tra il controllo del peso e la mancanza di amore. Il sovrappeso ha grandi correlazioni con il modo in cui ci sentiamo dal punto di vista emotivo e amoroso.

Quando si parla di peso si può fare il gioco delle tre p: peso, piacere e passione. La Passione è come un fuoco. Il fuoco brucia il superfluo, i grassi. Quando abbiamo dei chili in più, chiediamoci: “Ma dove è andata a finire la mia passione? Dov’è finito il mio piacere?”

Esistono atteggiamenti che ingrassano:
– Essere pieni di sé (parlare di sé in continuazione, occupare spazi e tempi, buttare tutto troppo fuori)
– Sono come tu mi vuoi (madre perfetta, moglie perfetta ecc)
– Lasciamo sognare e nel mio mondo
– Troppe cose da fare

Quali diete fare? Come farle? Il nostro subconscio vuole mantenere lo status quo. Durante la dieta, il corpo sente di essere in carestia e tende ad accumulare più facilmente il peso.

Con una “dieta paradossale”, dove non ci neghiamo la fantasia di cibi prelibati e abbondanti ma anzi gli andiamo incontro, e tanto altro, possiamo fare una dieta senza troppe rinunce e calmando il conflitto.

 

 

Commenti:

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook