VampiriZurlini

Chi sono i vampiri energetici? Ce ne parla Andrea Zurlini in questo estratto dal suo libro Alchimisti della Nuova Generazione.

 

Nulla ha potere su di me, all’infuori di ciò cui io lo conferisco mediante i miei pensieri coscienti. (Anthony Robbins)

Tutto il contrario dell’armonia e dell’unione avvengono in un contesto di paura e divisione, dove l’uomo tenta continuamente di nutrirsi delle frequenze vibratorie dei suoi simili. Una continua competizione energetica e spirituale che sottrae energia a qualcuno per darla a qualcun altro. Questo spettacolo del caos è alimentato dai media, dalla tv, dai giornali, e dalle informazioni di paura e confusione che viaggiano nell’etere raggiungendo tutti. Si creano persone confuse e impaurite che si ritrovano a vivere la vita senza potere di cambiarla.

Nell’atto di dare responsabilità e colpe al mondo, agli altri, alla vita e noi stessi, ci trasformiamo in vampiri energetici di tutti coloro che ci ascoltano e che ci prestano le loro cure. Nell’atto di discutere, dibattere e competere con le persone per avere la meglio su qualcuno diventiamo vampiri energetici. Nell’atto di punire, colpevolizzare, fare violenza verbale e fisica su qualcuno noi diventiamo vampiri energetici.

Essere un vampiro energetico vuol dire abbassare o usurpare la frequenza vibrazionale altrui

Talvolta vediamo il vampirismo più o meno inconsapevole: composto da tutti quelli che si lamentano perché non hanno ancora risvegliato
il loro potere personale e aperto il cuore. Altre volte possiamo incontrare del vampirismo cosciente volto all’abbassamento della frequenza
vibrazionale altrui per manipolare e sottoporre gli altri al proprio volere.

Molto probabilmente esiste anche un vampirismo su scala collettiva che utilizza le informazioni negative, la cronaca nera, il cibo spazzatura,
i disagi e i disastri ambientali per abbassare consapevolmente la frequenza vibratoria di massa. Conviene davvero spegnere il più possibile la televisione durante i telegiornali d’informazione, che sono una profusione di cronaca nera volta all’abbassamento dell’energia delle persone e l’inibizione dell’emisfero cerebrale destro. Anche tutti coloro a cui piace parlare e condividere sempre e solo informazioni di morte, di disagio, di dolore, di sofferenza e di lamento sono vampiri energetici. Vivono in mezzo a noi.

Bene, conviene comprare una scorta di aglio. Rimedio semplice e potente contro tutto il vampirismo dilagante nel mondo. Per esempio, ciò che tiene lontani i vampiri è l’autoironia e il senso dello humor. Ridere, scherzare, sdrammatizzare, alleggerire la situazione con battute
e sorrisi bloccano immediatamente il flusso di svuotamento energetico da parte del vampiro nei nostri confronti. Possiamo preservare una vibrazione ottimale rispondendo al lamento, la critica e il giudizio sdrammatizzando e scherzando. Oppure cambiando repentinamente discorso e orientandolo verso un altro discorso con una vibrazione più leggera.

Per i più bravi a gestire le proprie reazioni, esiste la possibilità di imparare a fare il vuoto. Chi riesce a portare silenzio, svuotamento della mente, concentrazione, attenzione, presenza al momento presente e fermezza durante un colloquio col vampiro, preserva quasi interamente
tutta la sua energia.

La maggior parte degli esseri umani ancora non ha imparato a non sottrarre l’energia agli altri per averla per sé. Quasi tutti si rubano energia a vicenda e nessuno se ne accorge, perché stanno dormendo. È sufficiente catturare l’attenzione dell’altro e spingerlo a relazionarsi e dialogare quando questo non vorrebbe. Si usano i lamenti, le minacce, le provocazioni, i pianti, i capricci, le urla, la rabbia, gli sguardi intimidatori, il vittimismo, lo scetticismo, la suggestione, il disprezzo, la vanagloria, il narcisismo, la complessità, ecc. Tutti mezzi necessari per fare un bel rifornimento. Ma tanto nessuno se ne accorge, avviene tutto sotto la soglia della coscienza sveglia. Si avverte solo un affaticamento e una mancanza di energia che arriva dopo.

Noi che siamo intenzionati a voler evolvere nella gioia dovremmo saper riconoscere ogni fuoriuscita di energia inconsapevole. Soprattutto nella fase iniziale del nostro percorso di alchimia superior non possiamo permetterci di sprecare energia. E dobbiamo assolutamente evitare il contatto con i vampiri, senza per questo giudicarli.

 

Andrea Zurlini – dal suo libro Alchimisti della Nuova Generazione (Anima Edizioni)

Libro-Zurlini-Alchimisti

 

 

Credits Img

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook