Articolo

Girelle ripiene

girelle-vegan

Lucia Valentina Nonna ci guida alla realizzazione di una ricetta vegan facile e gustosa: le girelle ripiene

 

La ricetta di questo mese è girelle ripiene di porri, carote, peperoni, pinoli e semi di finocchietto, realizzate con la “pasta matta”, un impasto molto versatile, semplice e veloce da preparare, che è adatto perfettamente anche a torte salate, strudel e altre preparazioni.

È possibile utilizzare questa ricetta in sostituzione della pasta brisée o della sfoglia che si trovano al supermercato, solitamente confezionate con ingredienti non proprio salutari come conservanti, margarine e olio di palma. Quest’ultimo, oltretutto, pur essendo un ingrediente vegetale, non può considerarsi vegan, visto che per produrlo vengono deforestate con metodi invasivi vaste zone del Pianeta a danno di molti animali, soprattutto oranghi.

La “pasta matta” è un impasto veloce da realizzare, ideale da preparare anche all’ultimo minuto, che prevede ingredienti facilmente reperibili ovvero farina (in questo caso integrale), olio extravergine, sale marino integrale e acqua.

Ingredienti

(per una base rettangolare di pasta della dimensione di una teglia standard da forno)
– 300 gr farina integrale bio
– 150 ml acqua
– 50 gr olio extra vergine bio
– Un pizzico di sale integrale

(per la farcitura)
– 1 porro bio
– 2 carote bio
– ½ peperone giallo bio
– Una manciata di pinoli o anacardi bio
– 2 cucchiaini di semi di finocchietto
– pepe nero bio

Procedimento

Versiamo gli ingredienti liquidi della pasta in una ciotola, poi aggiungiamo la farina a pioggia, mescolando finché non si ottiene un impasto morbido, né appiccicoso né troppo duro. Mettiamo l’impasto a riposare in frigo 20 minuti, coperto con una pellicola, giusto il tempo di preparare a parte il ripieno.

Grattuggiamo la carota e tagliamo finemente il porro e il peperone giallo, mettendoli a stufare con poca acqua e sale a fuoco basso. Quando le verdure si saranno appassite, spegniamo il fuoco.

Prendiamo la pasta matta dal frigo e stendiamola con un mattarello. È incredibile quanto sia facile da lavorare!

A questo punto ricopriamo la sfoglia così ottenuta con il ripieno, aggiungendo anche i pinoli, i semi di finocchietto e una macinata generosa di pepe nero.

Arrotoliamo la pasta su se stessa, fino a ottenere un rotolo, che poi tagliamo a fette, spesse più o meno 2 cm. Adagiamo ogni girella sulla carta forno e mettiamo in forno ventilato per circa 20 minuti a 200 gradi.

Lucia Valentina Nonna, autrice di Diario di una Famiglia Vegan

 

procedimento_girelle_vegan

 

 

girella_vegan

 

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook