Intervento del medico Maurizio Grandi al convegno Cancro e Anima, Milano aprile 2015, organizzato da AnimaEventi.com

Tra gli argomenti:

L’idea di un servizio sanitario di eccellenza nasce nel ’42 a Londra sotto le bombe: gratuito e aperto ai cittadini.

La salute è il presupposto della libertà.

Oggi non abbiamo mai avuto tanto tripudio di scienza e tecnologia, eppure oggi moltissime persone perdono la vita per malattie curabili.

Il glifosate fu inizialmente considerato dannoso per la salute, ma da quando è stato immesso in commercio il Round-Up (che lo contiene), è stato detto che non ci sono evidenze scientifiche sul fatto che sia dannoso. Eppure nei paesi dove è regolarmente utilizzato sono triplicate patologie e malattie.

Monsanto ha creato sementi transgeniche resistenti al glifosate.

Rockfeller e Founf Foundation sono “l’anima del mondo” che spingono la rivoluzione genetica e tanto altro. Dietro di tutti i Rothschild.

In Uruguay Monsanto, Soros Rockfeller e altri si sono accordati per fare la canapa transgenica. Il rischio è che nel momento in cui venga legalizzata per il campo oncologico, sia questa a essere offerta.

La terra ha bisogno di acqua per far germogliare le sue piante. Il 55,1 per cento delle acque superficiali e il 28,2 di quelle sotterranee sono contaminate.

Il cibo e le sostanze nutritive influenzano l’espressione dei geni.

Ogni giorno replichiamo 100 miliardi di cellule. Ricicliamo quello che abbiamo mangiato, quello che abbiamo respirato.

Il cancro usa lo stesso sistema: costruire un individuo diverso. Cellule che si replicano all’infinito e saccheggiano le nostre risorse.

Nella crescita senza fine, il tumore distrugge noi e distrugge se stesso.

La chemioterapia non può guarire, ma indurre una momentanea regressione.

L’uomo è una rete energetica e risente dell’oscillazione di ciascuno dei suoi individui.

La chimica di oggi non sa dare neanche una risposta significativa al mistero della vita. Il codice genetico è un programma senza programmatori (eccetto per gli OGM).

I neuroni presenti nel corpo trasformano le onde meccaniche esterne in segnali neurologici.

Il nostro corpo è un sistema vibratorio.

Nel tumore, il DNA e i microtuboli non sono più capaci di trasformare luce non coerente in luce coerente.

 

 

 

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook