Intervento di Robert Bauval al convegno “Segreti nel Cielo, Eresie sulla Terra”, Milano 13 dicembre 2015, organizzato da Anima Eventi e Nexus Eventi.

La teoria che Robert Bauval riporta nei suoi scritti, vuole che le piramidi di Cheope, Chefren e Micerino (o Menkaure) siano allineate come la Cintura della costellazione di Orione.

La disposizione delle Piramidi con la Cintura di Orione non collima in modo preciso; se tuttavia riproduciamo il cielo così come appariva nel 10500 a.C. (posizione che ritroviamo ogni 26000 a causa della precessione degli equinozi), epoca in cui lo stesso Nilo coincideva con la direzione della Via Lattea, ecco che tale corrispondenza si verifica in modo impeccabile.

A quell’epoca, inoltre, la Cintura di Orione si trovava nel suo punto più basso in coincidenza con l’Est (dove il Sole sorge durante l’equinozio di primavera).

Allo stesso modo, anche la Sfinge – il cui nome egizio significa “Horus che dimora all’orizzonte”, dove Horus era Ra, il dio Sole – guardava verso questo punto, dove ai tempi appariva la costellazione del Leone, così come oggi appare quella dell’Aquario e ai tempi dei Cristiani appariva quella dei Pesci.

Forse c’è un’altra maniera di conoscere la verità, che va al di là della scienza moderna. Bisogna considerare i simboli e la matematica, usati per comunicare con un’altra dimensione.

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook