Intervento di Sandro Zicari (autore del testo L’Eresia Vaticana inseme a Chiara Dainelli e Robert Bauval) al convegno “Segreti nel Cielo, Eresie sulla Terra”, Milano 13 dicembre 2015, organizzato da Anima Eventi e Nexus Eventi.

 

Gian Lorenzo Bernini progettò Piazza San Pietro ben consapevole che sarebbe diventato il luogo di celebrazione per gli eventi più importanti della Chiesa Cattolica.

Si pensa in genere che le colonne di Piazza San Pietro rappresentino le braccia della “madre Chiesa” che accoglie la folla.

A ben guardare, invece, la Piazza ricalcherebbe uno schema che coincide proprio con l’ellisse tracciata dai pianeti attorno al Sole (Prima Legge di Keplero), dove l’obelisco (altro simbolo esportato dall’Egitto e fortemente collegato al culto del Sole) coincide con il punto centrale dell’ellisse mentre la Fontana del Maderno coincideva con uno dei due fuochi.

Com’è possibile che gli intellettuali e i Gesuiti dell’epoca responsablii di approvare il progetto non abbiano notato questa coincidenza, proprio in un periodo dove le teorie eliocentriche erano fortemente avversate?

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook