gren2

A Grenoble, in Francia, mentre aspetti l’autobus o il treno della metropolitana, puoi leggere un racconto breve, distribuito gratuitamente da appositi macchinari.

 

Quante volte, aspettando il bus o la metropolitana, abbiamo usato il cellulare per navigare su internet o consultare i social network? Oggi la tecnologia offre alternative più accattivanti, pratiche e veloci rispetto al leggere un libro o un giornale. Il rischio, tuttavia, è che si perda il gusto e la pazienza dell’apprendere, oltre che quella capacità ed elasticità di pensiero che può nascere solo dal rapportarsi in modo attivo con la lettura.

Per rimediare a tutto questo, il sindaco della cittadina francese di Grenoble, in collaborazione con la casa editrice Short Edition, ha promosso un’interessante iniziativa: ha fatto installare alle fermate degli autobus e della metropolitana distributori di racconti brevi gratuiti. Tutto è partito dalla seguente domanda: se ci sono i distributori per le bevande e il cibo, perché non fare lo stesso anche con i racconti?

In pratica, i macchinari installati stampano racconti brevi su degli speciali scontrini, emessi in base a diversi tempi di lettura, selezionati dall’utente, che vanno da uno a più minuti. È possibile leggere diversi contenuti fra anteprime, citazioni, estratti, racconti famosi, inediti e altro, provenienti da vari autori e case editrici.

È così che, già da qualche mese, le persone che aspettano l’autobus o la metropolitana a Grenoble possono usare i tempi morti per scoprire o riscoprire il piacere della lettura.

 

gren5

 

gren3

 

Redazione Anima.TV

 

Fonti:
www.panorama.it
www.tgcom24.mediaset.it

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook