Stefano Bollani incontra Anne Givaudan durante l’evento “Dialoghi tra Alieni – Conversazioni musicali tra universi vicini e lontani” (Brescia, 1° Ottobre 2017), organizzato da Il Volo delle Colombe e Arte di Essere.

Stefano Bollani è autore con Mauro Biglino, Igor Sibaldi e Anne Givaudan del libro Dialoghi tra Alieni disponibile in libreria o tramite web a questo link.

Libro-Bollani-Dialoghi-tra-Alieni

 

Tra gli argomenti del video:

Il corpo umano, capace di far vivere alle anime l’esperienza terrestre, non è frutto del caso, ma di un’opera genetica avanzatissima.

I nostri corpi ospitano esseri che provengono da altri pianeti e ogni parte dell’universo.

La Terra è un essere dotato non solo di un corpo fisico ma anche di un’anima. Questo grande essere a un certo punto ha voluto fare l’esperienza della compassione e si è proposto di diventare un “pianeta scuola”.

La Terra ha dunque accolto tanti esseri, giunti qui perché il loro stesso pianeta era stato devitalizzato dalle loro azioni rovinose, ma poi hanno cominciato a giungere anche altri esseri più evoluti, e così questo pianeta è diventato un pianeta scuola di alto livello.

Ci sono extraterrestri che ci guardano in modo strano, si chiedono: Perché si avvelenano? Perché vivono in piccoli cubi di cemento? Perché uccidono i figli delle altre specie? Perché si fanno la guerra fra loro? Ci sono creature di altri pianeti che invece vorrebbero che continuassimo ad agire in questo modo.

Alcune entità extraterrestri considerano i terrestri come dei selvaggi, un branco di pecore; per loro è possibile usarci come cavie, così come noi facciamo con gli animali.

C’è differenza tra reale e immaginato? In realtà non molta: noi viviamo in un mondo immaginato. Cosa definisce la realtà di qualcosa? E se davvero vivessimo in un mondo solamente immaginato, va bene anche così.

Quello che ci differenzia dagli altri pianeti, in particolare dai pianeti dell’Alleanza (da cui proviene l’aiuto che riceviamo), è che per loro tutto è degno di rispetto in quanto la divinità è ovunque, tutto ciò che è intorno a noi ha una vita divina.

La terra si sta “eterizzando”, di conseguenza sempre più persone cominciano ad avere percezioni sottili importanti. Sempre più persone ricevono messaggi da altre dimensioni, sviluppano capacità di guarigione, comunicano con gli esseri della natura, e infatti gli altri mondi hanno voglia di riprendere i contatti con noi.

Altre energie, invece, sono di ostacolo e vorrebbero che una parte della popolazione terrestre rimanesse “radicata” sulla Terra. Questo può far pensare a una lotta, ma in noi c’è qualcosa che si sta risvegliando a livello spirituale e che ci permetterà di andare al di là della lotta tra bene e male.

Su altri pianeti è già scomparso da tempo il contrasto fra il bene e il male, compreso il senso di colpa e il giudizio.

Ci sono persone che si sono incarnate per riportare in auge le antiche conoscenze. Ai tempi di Atlantide, molti saggi sapevano che quella civiltà sarebbe scomparsa e si sono trasferite nella Terra Cava, all’interno del pianeta. In alcune zone è possibile vedere astronavi che escono dal mare o dalla terra, sono veicoli che appartengono agli abitanti che vivono all’interno della Terra.

Stiamo vivendo un’epoca fantastica perché tantissimi mondi e i loro abitanti stanno cercando di entrare in contatto fra di loro per collaborare.

Possiamo contattare queste entità in qualunque modo, sui piani esteriori e interiori. Alcuni esseri sono fra noi in forma fisica, e spesso li troviamo proprio in convegni come questo, perché sono attirati da tali argomenti.

Vi sono esseri che vivono nell’ombra ed esseri che vivono nella luce. Se una persona ha esperienze difficili con esseri che vivono nell’ombra, la cosa importante è accettare l’esperienza senza sentirsi vittime o giudicare, e dirsi: se sto vivendo questo c’è un perché.

Ovunque vi sono esseri come i rettilinei ma anche esseri che vivono nella luce, che controbilanciano le energie. Noi possiamo scegliere con chi relazionarci. Se facciamo una scelta magari non facile ma che ci conduce verso la luce, allora è chiaro che le cose cambieranno.

Esistono ovunque delle porte dimensionali, così come è possibile vivere contemporaneamente su altri piani.

Shamballa è un’ambasciata venusiana sul pianeta Terra, è invisibile ma è situata in una zona desertica in Mongolia. Presso questa zona vi è un monastero i cui monaci interagiscono regolarmente con Shamballa.

Molto tempo ci fu una grande lotta fra i vari mondi extraterrestri e alcune parti del DNA umano furono bloccate per impedire un’evoluzione troppo rapida e rovinosa. Ora queste parti si stanno sbloccando, grazie anche alla nostra evoluzione spirituale.

Il nostro mondo è in evoluzione, e questa evoluzione è positiva. Tutte le speranze sono concesse.

*

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: http://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: http://anima.tv/redazione/2017/206-sostenere-anima-tv/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: http://anima.tv/netiquette/

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook