erath2

I mass media non sono affidabili per sapere come va il mondo perché fanno apparire la realtà più negativa di come sia veramente. Lo aveva detto anche Hans Rosling, un famoso statistico danese.

 

Il mondo non è sempre quello che ci “appare”. Non potendo viaggiare in lungo e in largo, né accedere a informazioni dirette, inevitabilmente ci affidiamo ai mass-media per avere una idea di come vanno le cose su questo pianeta. Spesso, tuttavia, non ci rendiamo conto di venire “informati” solo con informazioni parziali, che come tali possono dare un’idea completamente diversa della realtà.

A denunciare questo fatto è stato più volte il medico, accademico e statistico svedese Hans Rosling, deceduto lo scorso febbraio.

Nel video qui sotto (pubblicato nel canale youtube di BuoneNotizie.it) lo vediamo ospite in un programma della TV danese nel 2015, dove si confronta con il conduttore spiegando che non ci si può fidare dei mass-media per farsi una idea del mondo in quanto sono sempre concentrati a trasmettere solo il lato peggiore della realtà, e fornisce in diretta alcuni dati oggettivi e positivi sulla situazione politica della Nigeria e dell’Indonesia, o sulla qualità di vita in India… Perché, dunque, non si parla anche di questi aspetti?

“Puoi scegliere – afferma Rosling in trasmissione, indicando le sue suole – di mostrare solamente la mia scarpa, che è piuttosto brutta ma è solamente una piccola parte di me, o invece decidere di mostrare la mia faccia, allora quella è un’altra parte di me. Le testate giornalistiche sono interessate solamente a una piccola parte, anche se continuano a chiamarla ‘il mondo’…”.

 

Redazione Anima.TV

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook