Crudo-ott17

Per il mese di ottobre vi proponiamo una ricetta crudista gustosissima: spaghetti di barbabietola al pesto di spinaci e noci, a cura di Francesca Più

 

Con ottobre ci inoltriamo in questo splendido autunno frizzante, e noi cavalchiamo il suo primo freddo con i frutti della terra nel pieno della loro forza e crescita, usandoli per preparare uno splendido piatto crudista a base di verdure stagionali e del nostro territorio.

Spaghetti di barbabietola al pesto di spinaci e noci

 

Crudo-ott17cIngredienti

– 1 Barbabietola grande
– 10-15 foglie di Spinaci
– 30\50 gr. di Noci
– Succo di 1\2 Limone
– 1 piccolo spicchio di aglio privato del germoglio
– Prezzemolo a piacere
– Qualche foglia di rosmarino fresco a piacere
– Pimento (pepe giamaicano) o noce moscata a piacere
– Un cucchiaio di lievito alimentare in scaglie (facoltativo)
– Limone\aceto di mele\olio + pizzico di sale integrale per la marinatura

Procedimento

Mondare e “spaghettare” la barbabietola (con l’apposito affetta-verdure o con un pelapatate) e lasciarla marinare nel succo di limone (o in aceto di mele o in poco olio e un pizzico di sale), massaggiando delicatamente. Lasciare a riposo almeno un quarto d’ora, e intanto procedere con il pesto.

Mettere in un frullatore gli spinaci, le erbe aromatiche, il succo di 1\2 limone, l’aglio, il lievito alimentare e le noci, aggiungendo poca acqua (quanto basta per creare la densità della salsa).

Una volta creata la salsa, unire il composto agli spaghetti di barbabietola oramai ammorbiditi e precedentemente risciacquati dal liquido di ammollo. Mescolare bene (con le mani viene più omogeneo). Aggiungere una spolverata di pimento o noce moscata.

Piccola curiosità: sebbene nella rapa rossa il contenuto di ferro non sia così elevato, la sua qualità organica è eccellente per la produzione di globuli rossi. Il prezzemolo, avendo un’elevata concentrazione di ferro, crea una sinergia ottimale con questa radice se unita per esempio al succo di limone, ricco di vitamina C (solitamente questa combinazione è usata negli estratti), questo “mix” infatti è molto consigliato per accompagnare la guarigione da anemie e per la pulizia del fegato.

Francesca Più

Crudo-ott17b

 

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook