vittima-guerr

Sei una vittima o un guerriero? La risposta è nella tua mentalità…

La vita è il gioco di chi sopravvive. Ogni giorno è diverso da quello successivo. Alcuni giorni ci sentiamo pieni di energia e che potremmo conquistare il mondo. E poi ci sono quei giorni dove l’universo sembra contro di te e vorresti solo sguazzare nella tua autocommiserazione. Quelli sono i giorni in cui hai bisogno di chiederti se è davvero la vita là fuori a sopraffarti o se semplicemente ti sei messo in modalità “disastro”. È il mondo che ti si mette contro o sono i tuoi pensieri a tenerti imbrigliato?

Ogni giorno hai due opzioni: puoi scegliere di agire come una “vittima” oppure puoi scegliere di essere il “guerriero”.

Tutti noi passiamo dei momenti dove non possiamo che sentirci in pena per noi stessi. Quando la vita decide di lanciarti un’altra sfida e ti chiedi se questa volta ce la farai. È facile mollare ogni cosa e farsi prendere dalla negatività, ma è proprio facendo così che la negatività prende potere su di te. Più hai pensieri negativi e più e più la tua realtà diventerà negativa. Tutto dipende dal modo con cui guardi alle cose, il tuo modo di pensare.

Il modo di pensare della vittima: il mondo mi è ostile. Nulla mi viene dato facilmente rispetto agli altri intorno a me. Dovrei semplicemente rinunciare, perché non andrò mai avanti. Non ha senso provare a fare le cose, perché non si metteranno a mio favore. Nessuno mi concederà una pausa o avrà fede in me. Gli altri vogliono vedermi fallire, così userano questo fatto per darmi contro. Non sarò mai una persona di successo. Non potrò mai realizzare i miei sogni. Nessuno si preoccupa mai di me o di quello che mi sta succedendo. Affronto tutto questo da solo.

Il modo di pensare del guerriero: sono pronto ad affrontare il mondo di oggi. Potrei non voler fare una certa cosa, ma so che se la farò poi mi sentirò meglio. Se i piani non vanno come desidero, trovo comunque il modo di ricavarne un vantaggio o un insegnamento. Non sarà facile, ma sono pronto a dare tutto me stesso per far sì che accada. Potrei non avere successo, ma almeno avrò provato in ogni modo. Se qualcosa non funziona per me, so che è perché mi aspetta una strada migliore. Posso provare a fare questo lavoro. Accetto le sfide. Sono pronto per tutto.

La tua mentalità è già metà della battaglia.
Non importa quale mano tu possa giocare, il tuo peggior nemico sei tu. In quei momenti devi combattere. Devi combattere per te stesso. Combatti per il tuo futuro. Combatti per i tuoi pensieri positivi e fai che risplendano. Non devi obbligarti ad avere momenti solo positivi e luminosi, ma devi sempre cercare la luce alla fine del tunnel e mirare in quella direzione. Ricorda tutte le sfide che hai già attraversato e che non credevi saresti riuscito ad affrontare. Nei tuoi momenti più oscuri, rammenta a te stesso che sei un guerriero e puoi affrontare le tue prove.

Sei una vittima o un guerriero? Lasciaci un commento per farcelo sapere!

Redazione Anima.TV

Fonte: Kristen Buccigrossi per Unwritten

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook