Conosciamo meglio la Fattoria dell’Autosufficienza guidati da Francesco Rosso, ideatore di questo agriturismo nonché centro di ecologia applicata, situato nell’Appennino Romagnolo ai confini del Parco delle Foreste Casentinesi.

Tra i progetti:

– Autosufficienza alimentare: Autoprodurre gran parte del cibo necessario per far funzionare “il centro” utilizzando il meno possibile combustibili fossili e senza utilizzo di concimi chimici, pesticidi o altro che non possa essere riprodotto naturalmente in Fattoria.

– Ecoturismo e salute: Dormire in un luogo sano e naturale, respirare aria buona, bere acqua di sorgente, alimentarsi con cibi biologici e naturali, camminare fra i boschi incantati del Parco delle Foreste Casentinesi, riposarsi su un amaca ai piedi di un grande albero, fare massaggi e terme a Bagno di Romagna, recuperare l’armonia di corpo, mente e spirito.

– Formazione ecologica e olistica: Rendere sostenibile un insediamento umano, dalla casa a un’intera città grazie alla permacultura, le transition town, la decrescita felice, l’agricoltura naturale, l’agricoltura sinergica, le tecniche di costruzione in bioedilizia, l’autosufficienza energetica, le tecniche olistiche, la cucina naturale…

– Autosufficienza energetica & bioedilizia: Essere indipendenti dalla rete nazionale grazie alla produzione di energia tramite il sole, l’acqua, il vento e la biomassa. Costruire in maniera intelligente e naturale al fine di ridurre al minimo il consumo energetico e l’impatto ambientale ed offrire ospitalità in strutture sane e confortevoli.

Per saperne di più: www.autosufficienza.it

 

*

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: http://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: http://anima.tv/redazione/2017/206-sostenere-anima-tv/

Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: http://anima.tv/netiquette/

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook