In memoria di Peter Roche de Coppens rimettiamo in onda uno dei suoi seminari suddiviso in quattro puntate. Seconda puntata.

 

Tra gli argomenti del video:

L’essere umano ha tre attributi ontologici: la conoscenza e il pensiero, l’amore e il sentimento, e la volontà e l’azione.

In ogni essere umano giace l’uomo, la bestia e il dio. A secondo di come trattiamo gli altri, diamo vita a uno di questi tre volti.

Per i Greci la parola “entusiasmo” descriveva quello stato per cui il dio interiore si sta risvegliando e manifestando.

Come coltivare e manifestare l’amore?

Il primo passo è l’autostima e il rispetto di sé, che derivano dalla comprensione che il microcosmo rispecchia il macrocosmo e viceversa e quindi ogni essere umano rispecchia l’infinito e ognuno di noi ha valore.

Per coltivare l’amore, bisogna amare. Per sviluppare una cosa bisogna farla.

Possiamo aiutarci dando vita a una “famiglia spirituale”: iniziamo trovando almeno sette persone che siano sul nostro livello di coscienza e risuonino con noi. Poi con loro possiamo creare un laboratorio di amore, incontrandoci da una volta a settimana a una volta al mese. Questi incontri non dovranno richiedere alcun scambio di denaro.

Per attivare le energie umane e i centri energetici psicospirituali, prima di tutto dobbiamo recuperare l’equilibrio; vivendo in questo mondo tendiamo tutti allo squilibrio.

Inoltre siamo stressati. Esiste lo stress neutro, l’eustress (la tensione creativa benefica) e il distress (lo stress vero e proprio). Dobbiamo imparare a rilassarci.

La maggior parte delle persone manca di energia vitale e deve ricaricarsi. Dobbiamo ricaricarci sul piano fisico vitale, sul piano emotivo e sul piano mentale.

Grazie alla preghiera possiamo far discendere la luce per far ascendere la coscienza.

Crescere lungo la dimensione verticale significa crescere come coscienza. Per farlo dobbiamo affidarci a una energia superiore e l’amore è la chiave che ci fa accedere a essa.

Per imparare ad amare è anche importante incontrare persone differenti da noi.

La grande sfida della nostra epoca è crescere. Nel padre nostro ci sono sette formule che ci indicano come crescere. La prima formula si trova nella frase “dacci oggi il nostro pane quotidiano”. Il pane quotidiano è l’esperienza umana, l’esperienza infatti è ciò che ci fa crescere.

La luce e l’energia superiore sono presenti ovunque, ma per riceverli dobbiamo invitarle dentro di noi.

*

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: https://anima.tv/redazione/2017/206-sostenere-anima-tv/

Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette/

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook