In memoria di Peter Roche de Coppens rimettiamo in onda uno dei suoi seminari suddiviso in quattro puntate. Terza puntata. “Abbiamo la capacità di dire sì a quello che vogliamo fare e dire a no a quello che non vogliamo fare. Il bene e il male ci danno la possibilità di sviluppare questa capacità”.

 

Tra gli argomenti del video:

Come innalzare il nostro livello di vitalità? Come aumentare la nostra motivazione e la nostra capacità di percepire lo scopo di quello che facciamo?

Cambiando il nostro livello di coscienza cambia il modo con cui ci rapportiamo con gli eventi.

Nell’evoluzione umana troviamo tre fasi.

La prima fase è quella inconscia. Quando l’essere umano è governato dai suoi istinti, come nel mondo animale.

La seconda fase vede l’essere umano passare dalla natura alla società. È una fase di evoluzione conscia, dove predomina la ragione.

Nella terza fase l’essere umano è governato dall’intuizione e dalla coscienza spirituale e la sua evoluzione è superconscia.

Attualmente siamo ancora nella fase conscia che dobbiamo stabilizzare.

Come vivere pienamente nella fase conscia? Ci sono sette modi. Significa vivere in un modo responsabile, produttivo, autonomo, sano, morale, creativo e gioioso.

1. Diventare responsabili vuol dire che possiamo capire le relazioni di causa ed effetto degli eventi.

Abbiamo la capacità di dire sì a quello che vogliamo fare e dire a no a quello che non vogliamo fare. Il bene e il male ci danno la possibilità di esercitare questa capacità.

Se viviamo una situazione difficile, cerchiamo di capire cosa possiamo cambiare in noi stessi.

Nella medicina del futuro il paziente si assumerà la responsabilità della sua salute e deve voler vivere e voler guarire con ogni parte di sé.

2. Essere produttivi vuol dire imparare a dare oltre che a ricevere.

Una grande fonte di gioia è dare agli altri. Ma questo accade da un certo livello di coscienza in poi.

3. Diventare autonomi implica non essere vittima delle circostanze ma assumersi la responsabilità per mettere in moto il cambiamento, trovando la propria legge interiore.

I saggi e i santi ricevono l’amore di cui hanno bisogno dalla fonte divina e si adoperano per diffonderlo nel mondo, invece che per riceverlo.

4. Essere sani è importante, perché da ammalati non ci si può mettere al servizio degli altri. Per rimanere sani bisogna rispettare le leggi della vita. La risposta non viene dal mondo ma soprattutto dall’interno di noi stessi

5. Essere morali significa avere la consapevolezza che quello che fai agli altri ti ritornerà indietro.

6. Essere creativi significa esprimere l’energia vitale della creatività. Per essere felici e crescere dobbiamo esprimere all’esterno ciò che abbiamo all’interno.

7. L’ultimo punto è la gioia. Essere gioiosi significa aprirsi alla gioia di vivere e irradiare nell’ambiente vibrazioni di apprezzamento e gratitudine.

Il XXI secolo o sarà spirituale o non sarà.

*

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: https://anima.tv/redazione/2017/206-sostenere-anima-tv/

Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette/

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook