Conferenza di Camilla Ripani, autrice del libro AAA cercasi guru disperatamente (Anima Edizioni) disponibile in libreria o via web a questo link.

Libro-Ripani-AAA-cercasi-guru

 

Presi da eccessivo entusiasmo o dalla voglia di trovare risposte, alcuni mettono un maestro al centro del loro mondo. Se ne innamorano o danno per scontando che possegga la verità assoluta.

Il libro AAA cercasi guru disperatamente non critica i vari maestri o filosofie, ma invita ad ascoltarli in modo responsabile e autonomo, restando presenti a se stessi.

La persona che cade nella “dipendenza spirituale” perde la dignità di sé perché perde il contatto con l’anima e il proprio sentire autentico, predisponendosi a essere manipolata.

Quando ci aspettiamo che una certa tecnica spirituale annulli un sintomo, stiamo usando il mondo spirituale in maniera consumistica.

Possiamo pensare che il nostro malessere derivi da problematiche spirituali, ma spesso manchiamo semplicemente di equilibrio nella nostra esistenza.

La spiritualità non è distinta dalla vita quotidiana: essa ci chiede di agire all’interno di questo mondo, anche per mettere a posto ciò che non va bene, attraverso piccole azioni ogni giorno.

Possiamo sviluppare consapevolezza e presenza, imparando a non assecondare l’automatismo di pensieri ed emozioni.

Si può perdere attrattiva nei confronti del mondo spirituale a causa del comportamento poco etico di certi insegnanti.

È importante essere a proprio agio con il mistero, i dubbi e l’incertezza, in questo modo si diventa immuni alle trappole spirituali che fanno leva sul bisogno di avere risposte e di sentirsi al sicuro.

La vita avrà sempre un lato misterico, ma possiamo imparare a restare aperti e goderci l’assenza di risposte.

Possiamo imparare a tirarci fuori dalla danza con i manipolatori smettendo di ricoprire il ruolo di vittima.

Il virus dello SDES (Speranza Di Essere Salvati) ci fa buttare via tempo ed energia perché ci fa aspettare all’infinito un salvatore che non arriverà mai.

Quando decidi di aiutarti con un intento chiaro e deciso, gli aiuti della vita si mettono in moto.

Le parole non sono solo parole. Parole ripetute formano una credenza; una credenza incide sulle nostre scelte; e scelta dopo scelta creiamo il nostro destino.

Portare attenzione a quando ci parte la lamentela o esprimiamo giudizi ci aiuta a rompere l’automatismo dei pensieri e ci rende più capaci di fare scelte consapevoli.

La dipendenza spirituale si ritrova sul piano dei rapporti come “dipendenza affettiva”.

C’è chi ha un disagio che reputa “spirituale”, ma spesso alla radice c’è che la persona non mette se stessa al centro, non si ama e non si cura di sé.

Guru improvvisati possono dirti che la tua malattia è tale perché l’ha creata tu, facendoti sentire in colpa. È un modo distorto di usare una verità – quella che dietro ogni blocco c’è qualcosa che va sciolto – per agire mancanza di empatia.

Dire che il momento presente è tutto ciò che conta non deve diventare la scusa per abbattere una sana progettualità verso il futuro.

Quando sei a contatto con la tua verità, non hai l’ansia di raggiungere un certo futuro, ma ti muovi spontaneamente verso di esso godendo di ogni momento.

Dietro le nostre emozioni risiedono delle credenze e delle storie che ci raccontiamo. Spesso crediamo di stare male per una situazione oggettiva, ma ciò che incide è come guardiamo quella situazione e le credenze che abbiamo su di essa.

Potremmo sentirci nati nel posto sbagliato, ma l’anima lo ha scelto proprio perché quel posto aveva bisogno di noi e di quello che siamo venuti a portare. Non siamo delle vittime finite nel posto sbagliato, ma condottieri venuti a seminare qualcosa.

La disciplina che aumenta il nostro fuoco interiore non è quella che siamo costretti a fare perché non abbiamo scelta, ma quella che scegliamo di darci in piena libertà.

Il pensiero positivo non va usato per rinnegare emozioni disturbanti che andrebbero ascoltate.

Se proprio lo desideri, puoi imparare a diventare un guru di “successo”. Alcuni suggerimenti:
– A inizio conferenza non dire “buona sera” ma “Namastè” o “Il grande spirito è con noi”.
– Fai intendere che una guida invisibile ti sta suggerendo importanti rivelazioni.
– Se qualcuno si mostra preoccupato per dei problemi, spiega che dipendono dal suo cattivo karma, che può risolvere con la tua guida.
– Puoi raccogliere seguaci facendoli sentire inferiori o viceversa usando la leva della superiorità: “In te c’è qualcosa di speciale”.
– Se qualcuno dovesse criticarti, digli che è la sua personalità che si oppone all’anima o sta proiettando un suo conflitto su di te.
– Qualunque sia il problema in corso, spiega che è per colpa di un chakra bloccato.
– Fai appello al momento presente se devi convincere qualcuno a fare qualcosa nell’immediato o sottolinea l’importanza della pazienza se devi giustificare mancanza di risultati.

 

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: https://anima.tv/come-sostenere-anima-tv/

Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette/

 

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook