Intervento di Marco Lazzara al convegno “Dialogando con gli autori” organizzato da Anima Edizioni a Milano il 25 novembre 2018. Marzo Lazzara è autore del libro Sposta le tue montagne, disponibile in libreria o via web a questo link.

Libro-Lazzara-Sposta-Montagne

 

Tra gli argomenti del video:

Qual è l’origine della gioia? Per qualcuno è trovare Dio, ma questo riguarda la pace interiore. Qualcun altro dice realizzare i proprio sogni e obiettivi, ma questo riguarda la soddisfazione.

Nessuno percepisce la realtà per quella che è, ma attraverso i propri filtri personali.

Il libro “Sposta le tue montagne” spiega come la fede può cambiare la nostra realtà, ma insieme a essa è fondamentale l’azione.

L’origine della gioia è il desiderio.

All’inizio di una relazione ci si sente sempre su di giri, poi col passare del tempo magari subentra la noia.

La gioia che si prova in un rapporto di coppia non dipende tanto dal fatto di stare con una certa persona, ma dal desiderio di voler stare con lei. Questo significa che dobbiamo alimentare consapevolmente questo desiderio.

Molti di noi hanno atrofizzato il senso della felicità. Hanno dimenticato quello che desiderano e hanno annullato la propria voce interiore.

Quando un bambino desidera, non pone limiti al suo desiderio e alla sua immaginazione.

Se desideriamo fortemente qualcosa, significa che quella cosa esiste già per noi in una qualche dimensione temporale.

(Segue una meditazione guidata)

Il desiderio è il primo dei sette passi proposti nel libro. I passi successivi sono: motivazione, intenzione, volontà, scelta, determinazione e azione.

Attiriamo non ciò che vorremmo in un certo momento, ma la media di ciò a cui pensiamo continuamente, nel bene e nel male.

A prescindere dalle notizie negative che ci circondano, dobbiamo mantenere il fuoco del cambiamento che vogliamo vedere nel mondo.

Il nostro desiderio si deve incarnare e divenire materia. Siamo un ponte tra cielo e terra. Il paradiso è uno stato di coscienza che possiamo vivere qui e ora.

Non aspettiamo che qualcuno faccia qualcosa per migliorare la realtà, ma prendiamo in mano il nostro destino.

Il Buddhismo afferma che la sofferenza viene dall’attaccamento al risultato del desiderio. Il puro desiderio non significa ragionarci sopra o avere paura che non si realizzi, ma è semplicemente godere di esso in modo gioioso e confidare con gratitudine che possiamo realizzarlo agendo.

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: https://anima.tv/come-sostenere-anima-tv/

Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette/

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook