Promo del videocorso digitale “L’essenza dell’Alchimia Trasformativa” di Emiliano Soldani. Disponibile via web a questo link.

Videocorso-Soldani-Essenza-Alchimia

Titolo: L’essenza dell’Alchimia Trasformativa

Sottotitolo: Le fasi dell’Opera Alchemica: Nigredo, Albedo, Citrinitas e Rubedo

Trasformare se stessi non presuppone dover cambiare qualcosa che non funziona come vorremmo, bensì riscoprire la propria perfezione, insita in ogni manifestazione della vita. L’alchimista ha imparato a osservarsi con distacco per placare le proprie emozioni e i giudizi verso se stesso e gli altri, grazie al compimento dell’Opera Nigredo. In Albedo lo stato interiore di quiete e pace così raggiunto viene utilizzato per poter benedire ogni aspetto del proprio passato, presente, e potenziali scelte future. In questo modo l’alchimista spirituale può assolvere il proprio karma spostandosi in un regno frequenziale ove la sua anima manifesta pienamente i propri sogni. Ma è in Citrinitas che viene scoperto il potere della Magia, poiché grazie all’Opera al Giallo possiamo creare realtà, dopo esserci identificati con il nostro sé reale, a immagine e somiglianza del Campo Primordiale onnipresente. Infine, dopo aver a lungo vagato in innumerevoli incarnazioni sincronizzate con la volontà della Sorgente, possiamo integrare l’essenza trascendente di Rubedo, osando identificarci con lo spirito vitale che anima l’intero cosmo, e divenendo pura coscienza che osservandolo lo ama e lo alimenta. In questo corso condivideremo esercizi e pratiche relative a ogni stadio dell’Opera Alchemica.

 

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: https://anima.tv/redazione/2017/206-sostenere-anima-tv/

Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette/

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook