Raw Bounty

Cocco e cioccolato fondente sono gli ingredienti protagonisti della golosa ricetta che la nostra chef Francesca Più ci propone per addolcire questi giorni di fine agosto, in cui molti di noi stanno rientrando dalle ferie e riprendono le routine quotidiane.

 

Su ispirazione della famosa barretta di cioccolato ripiena al cocco, ecco una versione molto più salutare: il “raw Bounty”, un dolce a base vegetale golosissimo, che rientra anche nelle alimentazioni crudiste, paleo e gluten-free… insomma, nessuno escluso. Buon appetito a tutti i golosi!

Raw Bounty

Ingredienti

120 gr. di cioccolato fondente crudo (o altro cioccolato a piacere)
100 gr. di crema di cocco (è la parte “solida” del latte di cocco in lattina)
85 gr. di cocco rapè
30 gr. di sciroppo di datteri/sciroppo d’agave (con lo sciroppo di datteri il composto verrà più scuro)
10 gr. di olio di cocco
14 di baccello di vaniglia (o una punta di cucchiaino di vaniglia in polvere)

Procedimento

Il giorno prima, posizionate la lattina del latte di cocco in frigorifero, cosicché la parte cremosa e grassa del cocco si possa solidificare in superficie. Procedete quindi con la ricetta.

Unite la crema di cocco, il cocco rapè, l’olio di cocco, lo sciroppo di datteri e la polvere estratta dal baccello di vaniglia. Mescolate bene sino ad ottenere un composto uniforme e modellabile.

Lasciate riposare e addensare il composto per circa un’ora in frigorifero.

Ora potete lavorare il composto e dare all’impasto la forma tipica delle famose barrette, oppure potete sbizzarrirvi con la vostra fantasia.

Una volta formati i composti, sciogliete il cioccolato a bagnomaria e “tuffateli” immergendone uno alla volta nel cioccolato, aiutandovi con una forchetta.

Posate mano a mano le barrette con il cioccolato ancora non rappreso in una teglia ricoperta di carta forno. Quando tutte le barrette saranno ricoperte di cioccolato, potete decorarle a piacere, ad esempio con del cocco in superficie o facendo delle forme con la forchetta, oppure con il cioccolato fuso rimasto, poi riponetele in frigo per qualche ora.

I “raw Bounty” sono pronti e si possono conservare in frigorifero per alcuni giorni o per un periodo più lungo in freezer (ammesso che riusciate a farli durare per più di qualche ora…).

Buone golosità a tutte e tutti!

Piu bounty

 

Francesca Più

Libro-Piu-Alimentarsi

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su