Intervista a Ihaleakala Hew Len (coautore con Joe Vitale di Zero Limits). Hew Len ci parla di Ho’Oponopono, un metodo che si basa sul “pulire” dentro noi stessi qualunque “memoria”. Per poterlo fare, occorre prendersi la responsabilità di tutto quello che entra nel campo della nostra esperienza (se non fosse in noi, non entrerebbe nella nostra realtà). Poi, si può fare “pulizia” applicando il mantra di Ho’Oponopono “Ti Amo, Mi dispiace” nei confronti di qualunque situazione.

Oggi il Dott. Len gira per il mondo insegnando la tecnica di Ho’Oponopono, ovvero come usare il nostro potere più grande: amare noi stessi per amare il mondo.

Con Anima Edizioni realiza il CD Grazie Ti Amo (coautrice con Stefania Montagna, Mary Koehler e Nello Ceccon)

 

Estratto dell’Intervista:

Ho’Oponopono significa risolvere i problemi. E i problemi sono dentro di te. Il modo di risolvere i problemi è appellarsi alla divinità dentro di te. È la divinità che è in te a risolvere i problemi. Noi siamo responsabili di tutto; tutto ciò di cui facciamo esperienza nella nostra vita è una nostra responsabilità, partiti politici compresi.

L’idea con Ho’Oponopono è che i problemi degli altri sono una nostra esperienza, inclusi i problemi della politica, della famiglia o dei nostri antenati. Con Ho’Oponopono se cambi qualsiasi cosa stia accadendo in te, allora cambia tutto.

Quello di cui facciamo esperienza è molto di più di quello di cui siamo coscienti, e noi siamo responsabili anche di ciò di cui non siamo coscienti. Tutto quello che accade, accade nell’anima, più precisamente nel subconscio della nostra mente. È quindi necessario che ci sentiamo responsabili per tutto quello che accade nella nostra anima.

Sono responsabili di tutto ciò che accade sul pianeta, e quindi faccio la mia “pulizia” e quel che serve ogni giorno, momento per momento, perché quello che vivo come un problema nel mondo è qualcosa che posso rettificare e cambiare in me stesso.

Se siete consapevoli di essere responsabili, potete correggere tutti gli errori, dentro di voi.

Ho’Oponopono significa semplicemente sciogliere i blocchi, che sono delle memorie che ripetono gli errori del passato, quindi lasciarli andare, e così tornare al vuoto da cui poi scaturisce la luce. Si tratta solo di ritornare a Dio, questo è Ho’Oponopono.

Gli esseri umani sono esseri umani; hanno dei problemi. Quando vedo questi problemi, ogni volta mi chiedo cos’è accaduto dentro di me che ha portato questi problemi nel mio campo di esperienza. Ho lavorato in un ospedale psichiatrico, dove la divinità mi ha dato la possibilità di lavorare su me stesso per poter curare i miei pazienti. Prima di andare all’ospedale facevo la mia “pulizia”, ogni giorno, dentro e fuori dall’ospedale. All’inizio nel reparto c’erano molte lotte, discussioni e rabbia, anche tra coloro che vi lavoravano, ma dopo diversi mesi tutto è diventato sempre più tranquillo, ed è questo che può fare Dio.

Il problema è in te: se cancelli il problema in te, si cancellerà anche dall’universo. Ma è una responsabilità leggera: basta lasciare andare le cose e lasciare operare la divinità. È la divinità che fa il lavoro, tu non devi fare altro che essere libero. Se hai un problema, tutti abbiamo il tuo problema. Ma se lo lasci andare, lasciando fare a Dio, qualsiasi problema se ne va. Questo è Ho’Oponopono: risolvere i problemi in te. Se il problema scompare in te, scompare ovunque. È molto scientifico!

 

 

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook