02art_potere_amore

Spesso inteso come sopruso e comando, il vero potere nasce in realtà dall’essere congrui con se stessi. L’umanità da sempre soffre per questo uso distorto del potere, ma nuovi tempi si affacciano all’orizzonte… Ce ne parla Manuela Maria Mancini in questa intervista.

– Manuela, cosa è per lei il potere?

In senso naturale e sano, il potere di una persona è una totale congruenza, armonia e unità tra i suoi pensieri, le sue parole e le sue azioni. Il potere personale è verità, è essere chi si è veramente in piena libertà e allo stesso tempo nel rispetto degli altri: chi è nel potere rispetta se stesso e quindi rispetta naturalmente anche gli altri. Il potere è amore, verità, grazia, luce: tutto ciò che porta a stare bene, a esserci, a interagire con l’universo in maniera appropriata.

Molto spesso, invece, c’è una distorsione della verità e quindi del potere, in questo senso c’è manipolazione e la tendenza di alcuni esseri umani di abusare del potere in modo subdolo, per favorire se stessi a scapito degli altri. Si forma così una gerarchia piramidale in cui “la mia verità è migliore della tua”… questo è il potere nella sua accezione comune.

– Perché la maggior parte della gente intende il potere come sopruso sugli altri e non come potere personale e creatività?

Ci sono molti fattori, tra cui fondamentale quello dell’educazione: veniamo educati ad abdicare al nostro potere fin da piccolissimi, crescendo con i genitori, andando a scuola… dove non ci insegnano ad ascoltare chi siamo, a volerci bene, a scoprire il mondo e noi stessi, ma ci insegnano a “sapere” perché “se non sappiamo, non valiamo niente”; a livello di valore c’è una priorità del sapere rispetto all’essere.

La nostra società si basa proprio su una struttura gerarchica e probabilmente ci manipolano da sempre con l’obiettivo di levarci potere per salvaguardare lo status quo e preservare il vecchio sistema. A volte è necessario che una persona abbia potere su un’altra ma in ambito sociale e con il fine di ottenere maggior benessere per la comunità, e non per il singolo. Invece non è quello che spesso accade, e non entro nel dettaglio…

– Ma c’è un cambiamento in atto?

Sì, tantissimo. C’è un grande risveglio collettivo a livello di coscienza. Ci stiamo risvegliando a chi siamo veramente, in questi anni verso il 2012 stiamo ricevendo molti stimoli dall’energia del pianeta, dalla vibrazione luminosa delle Pleiadi, dalla V dimensione, dalla Cintura Fotonica in cui la terra è entrata una ventina di anni fa… tutto ciò innalza il tipo di vibrazione in termini di frequenza, e ci porta a mettere in discussione certe forme di controllo e potere che si basano sulla paura e sulla menzogna, e a dare spazio verso ciò che invece porta avanti la verità e l’amore. E’ sicuramente questo il percorso che abbiamo intrapreso in questi anni.

– Può dirci qualcosa di più sulla Cintura Fotonica?

Da circa due decenni il nostro pianeta è entrato in questa fascia di energia che appartiene alla costellazione delle Pleiadi, si tratta di una cintura di luce densa, una struttura vibratoria molto forte che sta avvolgendo fisicamente la Terra. Ma l’influsso effettivo e fisico si riversa anche sul piano della coscienza: macrocosmo e microcosmo sono collegati…

Ecco quindi che la luce arrivata sul pianeta è dovuta proprio a questo dato astrofisico; non a caso a livello governativo e delle strutture sociali, sanitarie etc sta emergendo il marcio, perché è in atto una purificazione. Ne risentono tutti gli esseri umani, che ora vengono spinti a rimettere in discussione i valori della loro vita e ad affrontare le motivazioni per cui si incarnano…

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook