Monia Zanon, autrice di Pronto Soccorso Emozionale (Anima Edizioni), ci parla di relazioni e vampirismo energetico.

ProntoS

 

Il vampirismo energetico agisce in modo più subdolo quando accade fra parenti e amici, poiché in questo caso le nostre difese non sono alzate.

Il vampirismo ci può attaccare solo se non siamo in armonia.

Il vampiro a sua volta viene vampirizzato, al punto tale che vittima e vampiro spesso alternano i ruoli. Per questo è importante fermare questo circolo vizioso.

Il vampiro prende energia anche quando mette l’altro in una situazione di ingiustizia, per cui si sente “vittima” della situazione.

Non possiamo sempre aspettarci di essere accolti, dobbiamo fare la nostra parte facendo il primo passo. In questo modo riusciamo a rendere la relazione più armoniosa e impediamo al vampirismo di innescarsi.

L’invidia è una forma di vampirismo. Bisogna invece trasmutarla in ammirazione dell’altro, per lasciarsi ispirare.

Per limitare l’azione del vampiro, occorre imparare a non essere accondiscendenti.

 

 

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook