Anna Bacchia presenta il libro Respiro Olografico – Il nostro respiro, un flusso d’aria ovunque e senza tempo (Anima Edizioni). Il libro è disponibile anche via web a questo link.

Libro Bacchia-Respiro-Olografico

 

Come è possibile che il nostro Respiro non sia una nostra azione volontaria, ma sia indipendente da noi e sia espressione del Respiro di tutto quanto esiste?

Questo libro ci porta a vederlo, nelle prospettive più avanzate della fisica moderna, mentre ci accompagna nel tessuto dell’ologramma, l’originaria unità del tutto, dove la vita respira noi, così come il ballerino non danza con la sua volontà, ma egli è danzato dalla sinfonia che lo crea e modella la sua danza istante per istante.

“In questo affascinante libro, lo scienziato cognitivo e artista Anna Bacchia offre una esplorazione transdisciplinare della voce e del comunicare umano nel contesto di un respiro di vita universale. Una visione coerente con la concezione sistemica della vita che è attualmente di punta nelle avanguardie della scienza.”
Fritjof Capra

“Il libro innovativo e ricco di insight di Anna Bacchia offre un importante complemento agli attuali tentativi di fornire una completa e coerente mappa del mondo. Il Respiro Olografico, il sentiero ÌNIN, ci porta a riconoscere noi stessi come un tutto in un mondo che è un tutto, e a sperimentare il mondo mediante “sin-fonia”, “vibrando in fase” con la olo-realtà: un cruciale passo evolutivo, una prospettiva ampia e affascinante, un piano di viaggio di un valore unico.”
Ervin Laszlo

“Sta proprio qui, nel Respiro del Logos, nelle righe musicali, nell’analogia tra Parola e Nota, il ponte offerto per l’apprendimento olistico: sapremo, vorremo attraversarlo? A noi il richiamo, nella complessità, ad un ascolto diverso, verso una coscienza multiverso.”
Antonino Trimarchi

*

Vuoi ricevere le nostre novità? Iscriviti alla newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

 

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook