autunnale-ich-el-scappa

Quando qualcuno vi dice qualcosa, il punto è quanto ci credete voi, se è la vostra battaglia, il vostro credo. Scappate da ciò che è già scritto da altri e cercate ciò che avete scritto voi.

 

Secondo voi cosa vuol dire questo titolo, cosa significa scappa dai guai o meglio scappa, stanno arrivando i guai?

È tutto molto interessante, ma per guai cosa si intende?

Ve lo spiego io. Non molto tempo fa, 10 anni or sono, un fantomatico eroe della tv decise di impazzare nelle folle e frantumare i sogni dei più piccolini corrompendoli con dolciumi e roba varia. Questo perché si era stancato del mondo moderno e di come veniva gestito e decise che la cosa migliore era corrompere le masse partendo dai più piccini. Questa storia vi sta a significare che mai e poi mai bisogna dare per scontato ciò che viene detto da chi, persona o ente, cerca di passare.

Non mi fraintendete, non intendo dire che non bisogna credere, ma che bisogna fare attenzione a ciò che crediamo noi.

Mi spiego meglio. Quando una persona o ente, per ente intendo ciò che rappresenta, vi dice una cosa, perché ci crede, perché la reputa giusta, il concetto alla base a cui dovete fare riferimento è quanto ci credete voi, è la vostra battaglia, è il vostro credo.

E con queste frasi non intendo indebolire le masse e le culture, anzi il contrario. Il mio intento, qui oggi, è quello di soffocare quell’indecisione nell’agire e per indecisione nell’agire intendo questo: avere la difficoltà nel distinguere ciò che desidero fare da ciò che devo fare, o meglio, il mio scopo sulla terra.

Per scopo non intendo le finalità ultime, cioè prima di morire ma perché qui e perché ora, “ora” intesa in termini di tempo. Più mi distraggo inconsapevolmente o consapevolmente da questa missione, cioè il qui e ora, e più mi allontano da ciò che è più vero, senza nulla togliere a quel gradino che mi manca per arrivare là, dove la conoscenza non aspetta altro di essere ricordata, come un bambino che si desta e non vede l’ora che il suo amico si desti anch’esso.

Quindi ricordatevi, scappate da ciò che è già scritto da altri e cercate ciò che avete scritto voi.

Conclusioni

In questo capitolo abbiamo imparato che nulla è scontato o meglio nulla è chiarito. La chiarezza necessaria alla nostra evoluzione, in termini di tempo, è celata nella nostra capacità di scovarla e per farlo bisogna imparare a porre attenzione a ciò che siamo noi, ciò che la realtà ha in serbo per noi.

Dal libro Intuizioni Quantiche di Ich-el, a cura di Sara Autunnale.

Libro-Autunnale-Ich-El-Intuizioni-Quantiche

 

Autunnale-Ich-El-Intuizioni-Q

 

 

 

 

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook