fbpx

2008: Un nuovo spirito del tempo

2008: Un nuovo spirito del tempo

Le osservazioni astrologiche fatte per il 2008 non coinvolgono solo l’anno in corso, ma si riferiscono alle energie che caratterizzano una Nuova Era, densa di conflitti e di opportunità, e della quale noi tutti siamo i testimoni diretti.

La prima osservazione spontanea sul 2008, per me, è stata astrologica… NON alludo a quella salottiera e personale di ogni segno, ma quella che indica eventi collettivi, che marca “lo spirito del tempo”, che indica i temi e le sfide.

Ci sono pianeti che transitano per lunghi anni in un segno e la storia umana, letta attraverso anche questa lente, diventa più comprensibile. Da gennaio 2008 Plutone (1) è entrato in Capricorno (2) , dove salvo un breve periodo in cui si fa retrogrado, vi resterà fino al 2024!

La scienza, in tempi recenti, ha declassato Plutone come “pianeta” (lo ritiene troppo piccolo per elevarlo a tale rango) ma il “principio” rappresentato da questo pianeta è che qualcosa di infinitamente piccolo può avere un effetto enorme. L’infinitamente piccolo è di gran lunga potente (pensiamo alla bomba atomica), l’invisibile è potente, interferisce e influenza il visibile. L’energia di Plutone è come fosse sempre sotto chiave, appare bloccata: serve perciò una chiave speciale per rilasciare il suo effetto profondamente trasformativo, un effetto che aumenta in modo esponenziale una volta rilasciato il suo potenziale.

Quale dunque l’aspetto positivo di Plutone in Capricorno per questi lunghi anni? Quello di offrirci la possibilità di usare il potere per guarire e rafforzare gli altri, anziché esercitarlo in modo autoritario ed esserne travolti, anziché quindi abusarne. Come detto la sua forza trasforma completamente tutto ciò che tocca, ma non sempre senza dolore o crisi, né senza tradimento o violazione. Nella mitologia, Plutone rapisce Persefone e la “sequestra” nell’oltretomba. Da questo evento traumatico Persefone trae “in dono” un insegnamento: impara a cavarsela in quel mondo, diventando addirittura una guida per le anime… Questo mito ci racconta della perdita della innocenza, della natività, ma allo stesso tempo della conquista della conoscenza, della consapevolezza, della capacità di guidare e rafforzare gli altri.

Trasformazione e cambiamento (non indolore) sono gli insegnamenti impartiti da Plutone. Laddove il capricorno tenta di consolidare e irrigidire nello status quo (l’espressione basica della sua natura “terrena”), Plutone in … lunga visita, cerca di eliminare, espellere, ribaltare dalle fondamenta. Se pensiamo a questo processo in ambito politico, nel governo di popoli e nazioni, certamente non possiamo negarci qualche velo di preoccupazione e turbamento. Plutone è anche …l’atomica e questo sarà a mio avviso un altro tema che si farà sentire (del resto le premesse ancor più si sono sentite nelle prime settimane dell’anno (3)).

Insieme ad altri transiti di pianeti dal movimento lento, ossia Saturno e Urano (4) , Plutone in Capricorno ci sottolinea che l’umanità si trova ad un crocevia e che ha un forte bisogno di una consapevolezza spirituale più estesa (un sospetto che alcuni tra noi hanno da tempo… ). Il vecchio sta scomparendo ed il nuovo non è ancora chiaro… Saremo all’altezza? Non sto significando con questo una “fine del mondo”, soprattutto perché comunque si tratterebbe della “fine di una visione del mondo”, non certo del pianeta in sé. Per esempio nel XVI sec quando in molti predissero al fine del mondo, ciò che accadde in realtà fu che Martin Lutero (5) affisse – nel 1517- le sue 95 tesi alla porta della Chiesa e pose fine cosi ad una visione del mondo: quella che vedeva una sola fede e una sola chiesa. Anche in quell\’epoca, Plutone transitava in Capricorno (dal 1516 al 1533) … Stato e Chiesa… un tema attuale, non solo da noi ovviamente. Due entità in lotta per il controllo e il dominio dei cuori e delle menti delle persone. Lasciare che le persone abbiano propri pensieri sembra estremamente rischioso per coloro che si sono specializzati nell’uso del potere.

Certo dobbiamo distinguere la leadership dal potere. La leadership funziona attraverso una qualità “visionaria” e con l’abilità di ispirare, mentre il potere cerca di controllare e di togliere diritti di suffragio. Il potere attraversa cicli di schematizzazione, manipolazione, arroganza, euforia e non ultimo di paranoia e psicosi (basta un’occhiata alla storia: quella passata sembra sempre più chiara della presente) . I rischi della leadership sono diversi: ci sono persone con destini volti a creare il futuro e altri che vogliono preservare il passato. Entrambe hanno una notevole abilità per giustificare la propria posizione. Il leader, quello autentico, che guarda al futuro, basa i suoi piani su ciò che è bene o che è male. Quindi inevitabile finisca in una zona a rischio “grilletto” , dove c’è una interferenza di ingiustizia, iniquità, dove c’è diciamo …una certa intemperanza.

Il “fuoco” necessario per guardare avanti, avere una visione, per animare, unificare, raramente ha una natura diplomatica…Il rischio di entrare in antagonismo con coloro che sono soddisfatti dello status quo è più che scontato. Inoltre c’è pur sempre la paura dell’ignoto, nonostante lo zelo del fuoco, la paura della perdita determinata dal cambiamento. Tuttavia la storia mostra che i cambiamenti… accadono e non sempre perché ci sono dei leader qualificati che li guidano, piuttosto perché “l’adesso” non può essere preservato in eterno, in un mondo lineare (il nostro terreno) in cui il Tempo stesso continua a camminare.

Il tempo è un concetto caro al Capricorno (ho buone ragioni per saperlo…), governato da Saturno, che mitologicamente (Crono) governava il vecchio mondo, a cui ci si riferisce spesso come all’età dell’oro. Un oracolo gli aveva predetto che sarebbe stato rovesciato da uno dei suoi figli, ecco perché li ingoiò appena nati. Era pieno di paura di perdere la sua autorità, il suo controllo e il suo potere. Alla fine, naturalmente, fu davvero rovesciato da suo figlio Giove e bandito ai confini più remoti del sistema solare.

“Saturno è il principio di realtà, dal momento che nessuno di noi può sfuggire al fatto che siamo fisicamente mortali e limitati e definiti dalle circostanze attuali delle nostre vite. Come signore del tempo, Saturno governa i tempi assegnati delle nostre vite, tagliandone il filo con la sua falce quando viene il tempo stabilito” (www.astro.com). Plutone è anche rappresentativo della decomposizione, della morte, non necessariamente fisica, perché “occupandosi” di trasformazione e rinascita…da lì deve passare. Quindi potremmo assistere alla morte del vecchio, non necessariamente purtroppo mentre i due, vecchio e nuovo, si godono tè e pasticcini… Per questo servirà essere sempre più rafforzati da una visione più ampiamente spirituale (ossia con un significato esistenziale e non unicamente materialistico dell’esistenza) per far nascere il nuovo, oltre le lotte religiose e di potere e autoritarismo politico-economico.

Come solito dipende da ogni singolo cosa fare del problema dato e della crisi in corso. Dipende da noi come scegliamo di fare e vivere l’esperienza.

Ogni anima ha una influenza decisa sulle esperienze che deve attraversare”, diceva Edgar Cayce nel suo reading 281-30

“In ultima analisi, la cosa essenziale è la vita dell’individuo. Solo lui fa la storia. In lui solo avvengono le grandi trasformazioni. Tutto il futuro, tutta la storia del mondo, alla fine sgorgano come una flusso gigante da questi sorgenti nascoste negli individui. Nelle nostre vite più soggettive e private, non siamo solo i testimoni passivi della nostra epoca, e di coloro che vi soffrono, ma anche gli autori stessi”
C.G Jung, Collected Works, vol 10, 1934

“(…) chiedo allora: qual’è la differenza tra un comunista che vive con le sue idee, un altro che vive con le sue vecchie idee ed un terzo che vive con le sue nuove idee? (…) Chi vive con le nuove idee sente che in lui c’è un’ascesa, un’ energia, una vita, c’è una crescita. Mentre l’altro che vive con le vecchie idee, si sente vecchio, le sue forze lo abbandonano, si sfinisce, ha paura del futuro, pensa alla sua vecchiaia e perciò vuole arricchirsi, si assicura presso banche e presso certe società. Io dico: queste sono le persone vecchie, questa è la morte, sono i cimiteri dell’umanità”
Peter Deunov, lezione tenuta nel 1920 in Bulgaria

NOTE
1) Scoperto solo nel 1930: in un’ epoca che stava avendo e avrebbe visto ancor peggiori sconvolgimenti nel mondo occidentale: il crash finanziario di Wall Street, il nazismo e fascismo in Europa, la scoperta dell’atomica.
2) Il 25 gennaio 2008 entra in Capricorno per la prima volta. Sarà retrogrado nel Sagittario per l’ultima volta il 14 giugno. Rientrerà in Capricorno il 26 Novembre 2008 e vi resterà fino al 21 Gennaio 2024. Dal 1995 al 2008 Plutone è stato in Sagittario, segno di fuoco, da dove è riflesso lo spettro del terrorismo internazionale e del fondamentalismo religioso; in questa fase si è creata l’idea della “guerra di civiltà”.
3) Per esempio l’assassinio della signora Benazir Buttho in Pakistan, a fine dicembre 2007, ha fatto correre molta preoccupazione anche perchè il Paese detiene la bomba atomica.
4) Saturno e Urano nei prossimi 2 anni cambieranno il segno in cui attualmente si trovano. Quando Urano entrerà in Ariete nel 2010-2011, ci sarà un ritorno di fervore verso le libertà individuali. Successivamente nel 2012-2013, formerà un quadrato – aspetto dinamico e conflittivo – con Plutone in Capricorno, e allora potremo notare notevoli ribaltamenti culturali, sociali e politici che spingeranno ad una trasformazione i governi e le strutture politiche.
5) Nel 1517 Lutero affisse sulla porta di una chiesa a Wittenberg (nella Turingia) 95 tesi contro la corruzione nella Chiesa e in particolare contro il commercio delle indulgenze che all’epoca era molto di moda.

Fonte:
www.thelivingspirits.net

 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su