fbpx

Agopuntura e sessualità femminile

Nell’ambito dei disturbi sessuali, l’agopuntura imposta una terapia personalizzata, affrontando sia le cause di fondo che gli squilibri che nederivano.

La sessualità è una delle componenti più profonde del nostro essere. Il desiderio sessuale è un appetito, una pulsione, una sensazione che spinge gli individui a cercarsi, desiderarsi e condividere
l’intimità. I disturbi sono difficili da definire; infatti, è la dimensione più sfuggente della sessualità
umana ed il concetto di normalità varia nel tempo e secondo i costumi dei vari popoli.

L’agopuntura nella donna cura la frigidità, l’inibizione dell’orgasmo e ilvaginismo-dispaurenia, cioè il coito impossibile o doloroso, causa l’eccessiva contrazione della muscolatura vaginale. Agisce sul testosterone e la prolattina, sulla componente psichica e sulla microsoggettività del paziente, permettendo una dialettica costante tra le sensazioni corporee e la mente, indispensabile per una
buona sessualità.

In termini neurofisiologici, l’orgasmo è un evento, accompagnato da una serie di risposte vaginali e pelviche, di tipo riflesso, nel clitorideo si hanno sensazioni più acute, localizzate ed intense, mentre le sensazioni vaginali sono più sorde, profonde, indefinite e meno localizzate, con una componente emotiva più intensa ed appagante. Tra le cause psicologiche di anorgasmia: la paura dell’intensità del riflesso orgasmico e di perdere il controllo, il senso di colpa, la caduta del desiderio, la depressione, l’ansia da prestazione e la conflittualità di coppia. Altre cause sono gli effetti collaterali dei farmaci,
l’abuso d’alcool e droghe e le cause ostetriche, di cui la principale è la lacerazione del muscolo elevatore dell’ano, con conseguente ipotono del medesimo e riduzione della sensibilità vaginale.

L’agopuntore, effettuata un’analisi fisiopatologica approfondita, imposta una terapia come sempre personalizzata, che tratta sia le cause di fondo, sia gli squilibri che ne derivano. Agisce anche sulla lubrificazione e sulla componente muscolare; infatti il riflesso orgasmico può essere inibito o ridotto sia dall’iperdistensione, che da contrazioni della muscolatura della pelvi..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su