fbpx

Gli Spiriti bassi

Continuiamo il nostro viaggio di incontro con il mondo degli Spiriti e delle Guide che, questa volta, rispondono alle nostre domande sugli Spiriti Bassi e sui percorsi di crescita.

In una precedente conversazione, le Entità presenti fecero un distinguo tra Spiriti alti e Spiriti bassi. Infatti nell’articolo precedente, in cui si parlava del percorso di perfezione, l’Entità che si era presentata come Quirino, aveva sottolineato che lui era uno Spirito basso.

Decidemmo che questo sarebbe stato il quesito successivo, infatti così facemmo…

D. Chi sono gli Spiriti bassi?

R. Gli Spiriti bassi sono quelli che ancora non hanno raggiunto il Cielo, cioè ancora non possono sedersi al cospetto di Dio perché ancora devono compiere un cammino di perfezione e perciò si tengono in contatto con gli uomini. In questa fase loro pregano molto e pensano agli errori commessi e poi vivono in gruppi che hanno da compiere lo stesso percorso e fanno tutto coralmente, così la preghiera di uno è la preghiera di tutti ed ha più valore nel migliorare il percorso di ciascuno.

Quando un’anima giunge nel Cielo deve essere guidata e quindi viene affidata a Spiriti più evoluti perché le indichino quale è il percorso da seguire e le insegnino come affrontarlo. In questo modo ognuno comprende cosa ha fatto e cosa ancora deve fare, ma la comprensione degli errori è la cosa più importante per proseguire nel cammino di redenzione.

A volte accade che uno spirito rifiuti il percorso indicatogli e così perde molto tempo che poi è sempre molto difficile recuperare, perché ritarda a riconoscere i suoi errori, e quando non c’è la convinzione la strada è sempre più lunga. Ma questo lavoro dovrebbe cominciare da quando si è sulla terra.

Spesso anche nella condizione di spirito si resta legati ad atteggiamenti avuti sulla terra, dei quali anche qui a volte è difficile liberarsi, perciò si segue il percorso per migliorare e progredire, ed imparare ad accettare è fondamentale…

La luce dissipa le tenebre e la gioia entra nei cuori, se la mente si sgombra da incertezze, dubbi e pregiudizi. Occorre affidarsi con serenità e seguire ciò che può essere d’aiuto per la strada da seguire… Ora è facile, questo, per chi ha già in sé la tendenza ad amare Dio; più difficile è per chi non vuole imparare a conoscere la verità.

Per questo tutti gli uomini di buona volontà dovrebbero impegnarsi nel recupero dei fratelli distratti. Molti non hanno più spirito di sacrificio e pensano che sia tutto inutile, invece non sanno che se si vuole ottenere qualcosa occorre impegnarsi molto e soprattutto non stancarsi mai.

D. Ma tu stai parlando di apostolato…

R. Infatti tutti dovrebbero essere impegnati in questa missione.

D. La vita di ogni giorno non permette a tutti di farlo, anche se c’è buona volontà…

R. Apostolato significa: ”fare quello che si può, in tutti i sensi”

D. Io penso che ognuno abbia un cammino tracciato e che se una cosa deve accadere, accade, quindi talvolta insistere è controproducente.

R. Non tutti credono questo, se così fosse nessuno si impegnerebbe a fare quello che ritiene giusto o utile ed il mondo si fermerebbe. Agire fa bene all’uomo, anche chi riesce a penetrare nei segreti della vita opera come se non sapesse niente, perché l’uomo non può vivere temendo e così pensa di agire in libertà.

D. Io non credo ci sia libertà per l’uomo, dopo aver deciso e scelto il percorso da compiere…

R. Gli uomini non riescono più a ricordare dopo essere nati. La conoscenza c’è prima della nascita e dopo la morte così che si capiscono tardi gli errori commessi. Quando c’è dimenticanza l’uomo crede di essere libero. Tu dici che è un’illusione ma tutto per l’uomo è illusione. Tu dici che la vita è un sogno, e così deve essere vista, perché: il sogno cos’è? È solo un’immagine di ciò che esiste nella memoria della nostra anima.

Tu sai cosa significa ma non tutti lo sanno, tu hai vissuto momenti passati e te ne sei ricordata perciò hai capito, ma anche tu a volte ancora dubiti e vuoi prove. Tutto le vostre azioni devono sempre essere rivolte alla ricerca del bene e del giusto, perciò non bisogna mai stancarsi di lavorare per gli altri, e soprattutto per i fratelli increduli.

D. E’ possibile per gli Spiriti bassi reincarnarsi in un animale?

R. Dalla teoria alla pratica le cose cambiano. Nella condizione di Spirito basso può accadere un caso di involuzione, ma è molto raro che ciò accada. Vivere in un animale dà esperienze brevi, ma l’uomo deve tendere verso l’alto e progredire. Ritornare ad essere animale significa involuzione e questo accade molto raramente e su richiesta specifica.

Occorre ottenere il consenso dall’Alto, cosa che si dà in casi molto, molto, molto particolari e rari, come ho già detto perché quella esperienza serve solo a conoscere quella condizione, ma non aiuta a progredire.

Da animale ad animale, può esserci reincarnazione dopo poche ore e la molla che spinge è sempre l’amore. Infatti l’amore non muore col corpo e l’anima vive in funzione dei sentimenti. La corrispondenza amorosa dura in eterno, e come è per gli uomini così è anche per gli animali quando stabiliscono con i loro padroni un legame molto forte che può diventare indissolubile.

D. Essere Spirito basso può significare avere “istinti bassi”?

R. Nel mondo degli uomini gli istinti bassi caratterizzano persone che hanno comportamenti non rispondenti a regole di civiltà e buona educazione. Tale condizione impedisce una naturale evoluzione e soprattutto impedisce una presa di coscienza dei propri limiti.

Questo fa sì che l’uomo segua i suoi istinti, spesso considerandoli simbolo di forza e di orgoglio. La consapevolezza è cosa che si deve conquistare attraverso una attenta analisi dei propri ed altrui comportamenti, osservando e riflettendo e poi mettendo a confronto i propri e gli altrui atteggiamenti.
Quando l’uomo si comporta invece liberamente, dando poca importanza alle regole ed al rispetto degli altri, non cercando la riflessione, resterà sempre allo stadio iniziale. In tal caso la consapevolezza dovrà necessariamente acquisirla nella condizione di Spirito.

Grazie.

(Continua).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su