fbpx

La vibrazione tibetana

Un metodo innovativo per vivere a lungo, dall’antica medicina tibetana.

La Vibrazione Tibetana è un’antica tecnica proveniente dal Tibet che veniva utilizzata dai monaci buddisti, che è stata poi ripresa e resa fruibile per noi occidentali. Si basa su ciò che la medicina orientale ci ha sempre proposto: considerare l’individuo in tutta la sua integrità, quindi dal punto di vista emotivo, fisico, mentale e spirituale.

Ricevendo questo trattamento si possono risvegliare delle emozioni che rappresentano una chiave d’accesso per la consapevolezza della realtà (e non l’illusione percettiva di essa).Imparare ad osservare le emozioni senza farsi assorbire, aiuta indubbiamente ad essere più lucidi; lasciarle fluire senza schiacciarle, ci dà energia e forza. Uscire dall’automatismo del nostro piccolo ego, aprire orizzonti molto più vasti, per ‘muovere’ occasioni di vita.

Nello svolgimento del trattamento si pronunciano, assieme all’operatore, dei mantra o sillabe, corrispondenti a dei precisi punti del corpo: le porte dei nostri canali energetici, denominati chakra. L’unione dei mantra pronunciati origina delle vibrazioni che vanno ad aumentare o a diminuire l’energia nei rispetti vi punti. Più specificatamente, le reazioni chimiche scaturite, vanno a stimolare la produzione naturale di melatonina e le difese immunitarie (per es. se c’è un’influenza in corso, ne accelera la guarigione, con un aumento della temperatura corporea), previene il morbo di Parkinson e l’Alzhaimer, ovviamente se si interviene in modo costante e autonomo. Infatti, vi è la possibilità di imparare l’autotrattamento. Vi è quindi un migliore ascolto del corpo; il livello emozionale è la prima via fondamentale per togliere i filtri che spesso mettiamo attraverso la testa.

Con il trattamento di Vibrazione Tibetana, andiamo a stimolare diversi centri, per dare una consapevolezza maggiore a ciò che ci compone; ma è possibile effettuare anche una purificazione dei chakra centrali del corpo. Si lavora con le vibrazioni dei mantra prodotte dall’operatore verso il ricevente e con un tocco preciso nei vari chakra da sbloccare. Lavorando su uno o due chakra si andranno ad equilibrare indirettamente anche gli altri che ritorneranno a comunicare in modo armonico. In totale si lavora su sei canali energetici; il settimo, corrispondente alla cima della testa, viene armonizzato solo
nell’autotrattamento.

Questo è il bello della Vibrazione Tibetana: poter diventare, volendo, autonomi osservatori e comunicatori del proprio corpo..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su