Sviluppare il potenziale interiore

Corpo, parola e mente: il mantra di Buddha Shakyamuni richiama l’armonia tra questi aspetti, fondamentale per raggiungere l’illuminazione.

OM MUNI MUNI MAHA MUNI SHAKYAMUNYE SOHA

Il mantra di Buddha Shakyamuni è stato il primo mantra* che Lama Gangchen, mio maestro principale, ha insegnato in Occidente.La maggior parte dei mantra inizia con la sillaba OM. La scritta in tibetano della sillaba OM è composta da tre parti: dalla lettera MA, che è raffigurata da un piccolo cerchio, dalla lettera O e dalla lettera A. Queste tre parti della sillaba OM rappresentano il corpo, la parola e la mente. Questi tre elementi fanno parte della nostra vita, li abbiamo avuti in passato, li abbiamo ora e li avremo in futuro.

Per raggiungere l’Illuminazione dobbiamo lavorare sulla trasformazione del nostro corpo, parola e mente sviluppando un forte potenziale interiore. Pronunciando la sillaba OM all’inizio dei mantra chiediamo quindi le benedizioni affinché questi tre elementi possano purificarsi e tornare alla loro vera natura originaria: totalmente pura. Le cose cambiano continuamente. Spesso non riusciamo a vivere serenamente questi cambiamenti che da un momento all’altro distruggono tutto quello su cui ci siamo sempre basati.

Per questo, quando nella filosofia buddista si parla della capacità della “rinuncia”, ci si riferisce al nostro potenziale di riconoscere noi stessi nel nostro continuum mentale, nella nostra anima, in ciò che passa da una vita all’altra e non nei nostri possedimenti materiali o nel contesto in cui stiamo vivendo questa vita. Questo mantra ci ricorda che la “rinuncia” è una delle nostre capacità, ma se non crediamo profondamente in essa non saremo mai capaci di svilupparla.

Nella vita quotidiana, quante cose non si fanno solo perchè non crediamo di esserne capaci, quante volte interrompiamo il fare cose molto positive per mancanza di fiducia in noi stessi, quante volte non riusciamo ad amare solo perché non crediamo nel nostro potenziale di amare? E quanta sofferenza sperimentiamo per questo? Dobbiamo sempre ricordarci che la nostra natura è pura e che abbiamo un enorme potenziale interiore. La parola munisignifica capacità, maha significa grande e shakya suprema. Il significato letterale del mantra è “Om, capacità, capacità, grande capacità, suprema capacità, Soha”. Il termine sanscrito Soha in tibetano viene tradotto in tanti diversi modi ma il più semplice può essere “così sia”.

*Mantra: (sansc., tib. Ngag) Sequenza di sillabe cariche di energia che danno espressione a certi aspetti dei Buddha. Proteggono la mente dalle concezioni, dalle apparenze e dalle energie ordinarie.

Questo articolo è un breve estratto dall’insegnamento tenuto da Lama Michel Rinpoche presso il Centro Kunpen Lama Gangchen di Milano e il Centro ritiri di Albagnano a Bee (Verbania). www.kunpen.it www.lgpt.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su