fbpx

Medianità e discernimento

 

Intervento di Angelo Picco Barilari, canalizzatore dell’entità angelica Kryon, al V Convegno “Contatti e Medianità”. (Milano, Libreria Esoterica, 13/14 Novembre 2010)

Le informazioni di carattere medianico non vanno recepite in modo passivo, ma vanno “pesate” con la propria coscienza e sperimentando l’effettiva efficacia delle stesse.

Gli elementi del discernimento nella comunicazione mediatica sono i seguenti:

– Capire la qualità dei messaggi, da chi o cosa arrivano.

– Capire la qualità del “canale”, su che frequenza vibra, che tipo di messaggi può veicolare e qual è il suo livello di coscienza.

– La comunicazione oggi può avvenire non più in stato di trance ma con il canale che rimane in stato di veglia, ma con la mente svuotata dal giudizio.

– L’obiettivo della comunicazione medianica è stato ed è quello di testimoniare l’esistenza di un mondo oltre quello che appare, di altri piani sottili.

– Dall’aldilà possiamo messaggi di aiuto per la nostra evoluzione e per il nostro percorso.

– Qualcosa nell’essere umano deve cambiare per percorrere il cammino spirituale, anche se per gli angeli siamo perfetti così.

– Il cambiamento può essere metto in atto solo da noi. Come? Attraverso l’amore e la sua forza magnetica.

– La nuova generazione di messaggi deve aiutarci a mettere in pratica l’amore, nella vita di tutti i giorni.

– Non è obbligatorio vivere nella sofferenza. Dobbiamo uscire dalla spirale del dolore. Chi ha contatti con altre dimensioni sa quanta gioia esista in quei mondi e ci sia nel contatto. Possiamo attirarci il piacere dell’essere, dell’esistere e del divenire..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su