fbpx

Bellezza e stress

 

Cristina Aguzzoli per Femminil-Mente. Parliamo di “bellezza e stress”.
Tra gli argomenti:

L’invecchiamento è collegato allo stress. Quando ci stressiamo produciamo delle tossine che il corpo cerca di eliminare attraverso processi infiammatori.

Lo stress si deve alternare a cicli di riposo, sennò può diventare deleterio.

Ognuno di noi conosce i propri limiti e possibilità, e deve rispettare il proprio equilibrio.

Tutti tendiamo a contrastare il dolore e a ricercare il piacere.

Quando siamo sotto stress, si attiva: il sistema della ricompensa, per cui cerchiamo qualcosa che ci dia piacere; la risposta “flight or fly”, per cui sotto stress attiviamo picchi di energia; il “sickness behaviour” cioè una serie di sintomi che indicano che lo stress si è cronicizzato.

Quando cerchiamo di ottenere qualcosa ma non ci riusciamo mai, tirando a lungo lo stress, gli oppiodi naturali prodotti dal corpo in fase iniziale a causa dell’eccitamento, a un certo punto vengono meno e sorgono i sintomi del dolore.

Sotto stress, il sistema immunitario chiede l’energia tutta per sé di notte. Se ci sono problemi di salute e processi infiammatori, è bene evitare alla cena i carboidrati.

Ciascuno di noi ha una reazione personale allo stress e non è bene giudicare quella degli altri.

Grazie alla plasticità cerebrale, possiamo cambiare il terreno su cui siamo cresciuti.

I sintomi dello stress si riversano su una serie di disturbi che vanno dal nervosismo alla difficoltà di dormire, ai problemi di stomaco alla stanchezza… e così via.

Per favorire il benessere e la bellezza, si può:
– Agire sulle capacità personali per sviluppare l’abilità di prendere decisioni
– Scoprire il proprio scopo esistenziale
– Coltivare la resilienza
– Sviluppare la “risposta di rilassamento”: bastano 11 minuti a occhi chiusi respirando passivamente
– Fare attività fisica
– Alimentarsi in modo antifiammattorio, con abbondanza di frutta e verdura
– Dormire

 

 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su