Codice Vegan: corpo, mente, coscienza, spirito

 

Intervento di Franco Libero Manco al convegno “Ambiente e Salute” (Arco TN, 23-25 ottobre 2015), un’iniziativa della Fondazione Museo Storico del Trentino.
Tra gli argomenti del video:

I problemi dell’umanità sono legati alla violenza umana, alle malattie e all’ignoranza delle masse che le rende manovrabili da altri interessi.

Essere vegan permette di superare la fase storica della violenza e della sopraffazione e dirigersi verso un mondo più sano ed equilibrato.

La salute non rende quanto le malattie. Occorre diventare medici di se stessi.

La visione antropocentrica rendono l’essere umano insensibile verso gli animali e le altre creature.

Se tutti fossero vegan, sparirebbe il 90% delle malattie.

A che serve avere una vita media più lunga, se la qualità in cui si vive si è ridotta drasticamente?

Il pensiero non è mai disgiunto dalla propria condizione morale e fisica.

La carne è un pezzo di cadavere adatto agli animali predatori, alle belve.

Quello che mangiamo influenza il pensiero e il carattere.

L’alimentazione vegana favorisce la concentrazione di serotonina e triptofano, che inducono a stati di maggior serenità e rilassamento.

La tossiemia è la madre di tutte le malattie: le tossine che il corpo non riesce a espellere, le deposita nei vari organi.

È importante consumare un’alimentazione prevalentemente composta da alimenti alcalinizzanti. La carne, per esempio, è fortemente acidificante.

Solo l’alimento crudo, da frutta e verdura, è alcalinizzante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su