fbpx

Cos’è veramente lo yoga

 

Cos'è veramente lo yoga giulio cesare giacobbeGiulio Cesare Giacobbe presenta il libro Cos’è veramente lo yoga, Edizioni Arte di Essere (Milano, 9 ottobre 2015).

Tra gli argomenti del video:

Gli Yoga Sutra di Patanjali descrivono una tecnica psicofisica attraverso cui raggiungere una consapevolezza superiore. Non sono, quindi, un trattato filosofico.

Molti considerano lo yoga solo come un insieme di esercizi di stretching. In realtà è un metodo scientifico per essere in comunione con l’universo.

L’orgasmo sessuale è uno stato di trance.

Alle origini di ogni religione c’è l’uso delle droghe per produrre stati di trance.

Non si conosce la datazione esatta della civiltà dei Veda, poiché non effettuavano registrazioni temporali.

Non esiste nessun numero intero o frazionario che moltiplicato per se stesso dia come risultato 2. La radice di 2 è un numero con infinite cifre decimali, e per i Greci è stato il primo approccio all’infinito.

Nessuno di noi, di fatto, ha esperienza dell’infinito, quindi è come se non esistesse. Tuttavia, nel mondo dei numeri, e nelle sue applicazioni ingegneristiche, l’infinito esiste.

Tutti noi abbiamo il concetto di infinito pur senza viverlo. Lo yoga originale è proprio l’esperienza dell’infinito e dell’eternità.

L’ultimo stadio del Samadhi è: so di esistere ma non so chi sono. Perdo qualunque sensazione eccetto quella di esistere.

I chakra sono concetti introdotti in Occidente ma non si ritrovano in Oriente.

Lo Yoga come descritto da Patanjali in realtà non prevede posizioni particolari (Asana). Lo Yoga originale aveva una sola posizione: seduti. Una posizione cioè “comoda”. I piegamenti “contorti” sono una “invenzione” degli Inglesi.

Nello Yoga di Patanjali, a un certo punto si perde la percezione del corpo. Il termine “anima” deriva dal sanscrito a-nima che significa “senza corpo”.

 

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su