fbpx

Hai la memoria corta? Allora sei più intelligente!

Buone notizie per le persone “smemorate”: secondo una ricerca universitaria si tratterebbe di individui più intelligenti rispetto a chi ricorda ogni cosa…

 

Si pensa in genere che le persone che hanno un’ottima memoria siano le più intelligenti, ma secondo una ricerca dell’Università di Glasgow, condotta dal prof. Edwin Robertson del Centre for Cognitive Neuroimaging, sarebbe vero proprio il contrario. Gli “smemorati”, infatti, mostrano di avere una maggiore capacità di apprendimento e un modo di pensare più flessibile, in altre parole avrebbero “una marcia in più”.

Chi ricorda ogni cosa tenderebbe a occupare più spazio nella memoria del cervello e a pensare in base a schemi prefissati e acquisiti, mentre il cervello di una persona con una “memoria instabile” accantonerebbe le informazioni ritenute non rilevanti per accogliere più facilmente i nuovi dati.

In base alla ricerca, inoltre, chi è dotato di una memoria che non trattiene troppo a lungo le informazioni sarebbe più abile nel connettere fra loro informazioni di diversa natura e ad affrontare meglio e con creatività gli imprevisti, cioè presenterebbe un’attitudine versatile e “multitasking”.

Da oggi in poi, dunque, se qualcuno vi fa notare che dimenticate le cose, ricordategli che è perché siete più intelligenti…

Redazione Anima.TV

 

Fonti:
www.huffingtonpost.it
www.scienzenotizie.it

Credits Img:
heaven-foorbid.tumblr.com

 

 

 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su