fbpx

L’arte di essere e il linguaggio del cuore

 

Intervento di Graziano Pini al convegno “Lo Specchio delle Relazioni” organizzato da Nexus Eventi il 20 dicembre 2015 a Galzignano Terme (PD)

Tra gli argomenti del video:

Il “cuore irradiante” ci connette alle dimensioni più alte, in verticale, mentre il “cuore fiammeggiante” ci connette alla dimensione emotiva, in orizzontale.

Il cuore è il luogo dove alberga Dio, la buddhità, come ricordano tutte le religioni.

Per Paracelso il cuore è il microcosmo dove è riflesso il macrocosmo.

Il cuore non è semplicemente un muscolo, ma ha anche un proprio cervello, avendo delle cellule neurologiche. È inoltre anche un ghiandola perché produce ormoni legati al benessere come dopamina e ossitocina.

Il campo elettromagnetico del cuore è più grande di quello di ogni altro organo del cuore.

Quando il cuore è in coerenza, influenza tutti gli altri organi e permette uno stato di benessere psicofisico.

È fondamentale che ci sia equilibrio tra il sistema simpatico e parasimpatico. Tale equilibrio è favorito dal campo elettromagnetico del cervello.

Quella persona che usa quel certo modo di fare ci fa arrabbiare, apparentemente senza un motivo preciso, ma di fatto perché ci ripropone qualcosa di doloroso che abbiamo vissuto.

Possimao creare nuovi schemi emotivi e mentali, grazie alla rielaborazione. Non dobbiamo parlare di ciò che ci fa stare male, ma di ciò che ci fa stare meglio, in salute.

Scoprire il talento che ognuno ha e viverlo può fare la differenza.

Non è il “rimedio” in quanto tale a fare la differenza, ma il risultato di almeno 4 elementi che si sommano vettorialmente:

1. Il rimedio in sé
2. Il livello di coscienza della persona
3. Il rapporto che si crea fra quella persona e il terapeuta, cioè la relazione
4. Il contesto culturale in cui si colloca tale rapporto (e il rimedio)

La sfera intuitiva e il vivere la sincronicità deriva dalla coerenza del cuore.

Gli step da fare sono:

– Ridurre i depositi emozionali che ci rendono più reattivi che proattivi (per esempio, abitudini stressanti)

– Arrestare il drenaggio energetico emozionale (la vitalità) causato dallo stress e dai nostri comportamenti disfunzionali

– Apportare nuova energia emozionale per ottenere maggiore vitalità e centratura, e realizzare il proprio progetto di vita

– Compiere la rigenerazione emozionale sostituendo vecchie emozioni con nuove emozioni che attivino il simpatico/parasimpatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su