fbpx

Liberati in Perù 33 leoni dai circhi

Tra i numerosi animali liberati dai circhi peruviani grazie all’associazione ADI, ci sono 33 leoni che ora devono essere riportati in Africa…

 

L’operazione Spirit of Freedom è una missione di salvataggio-record intrapresa da ADI (Animal Defenders International), in collaborazione con il governo peruviano, per far rispettare il divieto di utilizzare animali selvatici nei circhi in Perù, divieto che viene spesso infranto. La missione ha stimolato un’iniziativa analoga anche in Colombia, che si sta muovendo nella stessa direzione.

Grazie a questa missione, attualmente più di 100 animali selvatici sono stati liberati dalla prigionia dei circhi peruviani e reinseriti in appositi parchi selvatici dell’Amazonia.

Tra gli animali liberati dai circi peruviani e colombiani, ADI ha intercettato 33 leoni che ora vuole riportare in Africa. L’obiettivo è inserirli presso il santuario sudafricano Emoya Big Cat in Vaalwater, a Limpopo, un luogo dove troveranno le condizioni ideali per continuare a vivere, dispondendo di ampi terreni ricchi di vegetazione e protetti dall’invasione di altri predatori, essendo che gli animali rinchiusi nei circhi hanno perso la naturale capacità di difendersi. Il luogo è inaccessibile anche ai visitatori umani, eccetto una squadra di persone che monitorano le condizioni degli animali.

Il progetto di trasporto attraverso l’oceano per ciascun animale è molto costoso. Sul sito in inglese www.lionsbacktoafrica.org la missione è spiegata in dettaglio e sono indicate alcune modalità per chi volesse contribuire alle spese.

Qui sotto il video che mostra alcune fasi della liberazione dei 33 leoni e il loro trasporto attraverso le Ande. Il prossimo passo – che ci auguriamo facciano presto – sarà attraversare l’oceano e tornare in Africa!

 

 

lions4

lions2

lions3

lions1

Redazione Anima.TV

 

Fonte: www.lionsbacktoafrica.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su