fbpx

I Silent Reading Party: feste silenziose dedicate alla lettura

Arrivano i Silent Reading Party, le “feste silenziose” dove gli amanti della lettura si ritrovano per leggere ognuno per proprio conto, ma insieme.

 

In genere la lettura è un’attività che si svolge in solitudine, nella propria casa, in biblioteca o magari all’aperto in un gardino. Spesso non c’è niente di più piacevole che ritagliarsi un momento di tranquillità in compagnia di un buon libro, lontano da ogni tipo di disturbo.

Ci sono poi i caffè lettari, dove è possibile consumare delle bevande e allo stesso tempo consultare i libri fra i vari esposti nei locali. O i club del libro, amati da chi desidera confrontarsi sull’ultima pubblicazione di un autore o magari seguire una sua presentazione.

In realtà esiste un ulteriore modo di leggere in condivisione, che è rappresentato dai Silent Reading Party, vere e proprie “feste silenziose dedicate alla lettura”, nate negli Stati Uniti dove si stanno diffondendo tra i giovani. In questo tipo di party le persone si ritrovano per leggere ognuna per conto proprio, ma in una stanza in compagnia di altri lettori.

Forse starete pensando a una biblioteca o qualcosa di simile, ma in realtà si tratta di più: è un vero e proprio appuntamento organizzato a casa o in un locale, dove riunire amici e conoscenti che abbiano la passione dei libri.

Vediamo quali sono i passi per organizzare un perfetto Silent Reading Party.

1. Scegliere il luogo adatto. In genere è la casa di chi organizza il party, o comunque un luogo dove stare comodi e sentirsi a proprio agio.

2. Scegliere il giorno e l’orario. In genere è consigliabile stabilire la durata della “lettura” intorno alle due ore, e come orario scegliere quello serale durante la settimana o magari la domenica pomeriggio.

3. Selezionare gli ospiti da invitare. Chiaramente si tratta di persone che amano leggere e hanno una forte passione per i libri.

4. Bisogna specificare nell’invito che il party si svolgerà in silenzio, dunque si eviteranno rumori e chiacchiere per lasciare che ognuno possa leggere in tranquillità. Se necessario, anche sul momento lo si ricorderà agli ospiti.

5. Chiaramente per non imporre un silenzio surreale, si potrà mettere una leggera musica di sottofondo, adatta alla situazione.

6. Le due ore di lettura si concluderanno con un segnale (per esempio, con una gradevole suoneria impostata con un timer), allora gli invitati sapranno che è arrivato il momento per scambiare qualche buona parola e degustare qualcosa di buono offerto dal padrone di casa.

Redazione Anima.TV

silent1

silent2

silent3

Fonti:
vocidicitta.it
bookriot.com

 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su