fbpx

Libro: Nel giardino delle curanderas

 

Diego Dentico ci parla del suo libro Nel giardino delle curanderas (Anima Edizioni). Disponibile in libreria o tramite web a questo link.

Libro-Dentico-Giardino-Curanderas

Titolo: Nel giardino delle curanderas
Sottotitolo: Gli insegnamenti delle curanderas del Messico e del Guatemala

Evidenza:
La Medicina delle curanderas ci invita a collegarci al Cuore della Creazione, il centro in cui tutto è Uno. Abbeverandoci alla fonte ci scopriamo in grado di prenderci cura del nostro corpo, del nostro spirito e della comunità cui apparteniamo.

Argomento:
Durante il ’500 il “Nuovo” Mondo fu teatro di una delle più tragiche barbarie della storia umana, ma anche un fecondissimo laboratorio. La saggezza indigena, attraverso inaspettati punti di contatto, si fuse con le pratiche folk europee e con le potenti tradizioni africane. Nacque il Curanderismo moderno, disciplina in cui empirismo e magia, erboristeria e cerimonia si mescolano in un sistema in grado di garantire l’equilibrio tra individuo e cosmo. La sua pratica, un tempo segreta, è oggi bandiera dei movimenti guidati da brujas e curanderas che rivendicano le proprie radici e si battono per l’eguaglianza sociale.
“Nel giardino delle curanderas” è un viaggio nel variegato mondo dello sciamanesimo latino, un’esplorazione dell’universo spirituale dei guaritori, dei rituali e degli spiriti che animano la Medicina Tradizionale Indigena.
Le curanderas di oggi, custodi dei segreti delle erbe, possono guidarci lungo il sentiero che conduce al Cuore della Terra e insegnarci a risognare il mondo.

*

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: https://anima.tv/redazione/2017/206-sostenere-anima-tv/

Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette/.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su