fbpx

Desideriamo per realizzare un mondo nuovo

I desideri ci riconducono a pensieri, sensazioni, emozioni che creano delle vibrazioni. Se saremo in tanti a desiderare un mondo nuovo, le vibrazioni di uno si uniranno alle vibrazioni degli altri, creando un grande e intenso campo vibrazionale che comunicherà al Tutto i cambiamenti che desideriamo… Articolo di Maria Elena Aimo

 

L’umanità sta attraversando un’esperienza molto particolare. Si sta fermando! A partire dalla Cina, a seguire l’Italia e ora via via tutti gli altri popoli, il mondo si ferma!

Facciamo un passo indietro. Tutto stava precipitando: stavamo soffocando dall’inquinamento, dal poco tempo a disposizione, da un’economia che toglieva il respiro alle aziende e alla sana, ed equilibrata, circolazione del denaro. Eravamo soffocati dal potere: per stare al mondo si doveva costantemente dimostrare di essere “meglio” e “di più”. Eravamo soffocati da una politica confusa, condizionata da legami difficilmente orientati verso il bene comune. Soffocati dall’estrema valorizzazione del “fare” ovvero della capacità produttiva, a discapito della bellezza e della varietà che ciascun essere umano contiene.

L’umanità non ne poteva più, così come Madre Terra. L’umanità desiderava fermarsi, creare un punto di svolta dal quale non tornare più indietro. Tutti sapevamo che doveva intervenire qualcosa di forte che creasse uno “stop” ineluttabile.

Ed ecco, il Coronavirus.

Come avete notato ho usato appositamente il tempo verbale passato per descrivere la situazione in cui ci trovavamo, non perché ora sia tutto cambiato e risolto, ma perché oggi siamo in un momento di pausa, siamo nell’attesa. Un tempo necessario per riprogrammare la nostra vita individuale, sociale, politica, economica. Ci stiamo preparando alla rinascita. Lasciamo quel che è stato, alle nostre spalle.

Partiamo da noi e rispondiamo alla domanda “Che donna o uomo desidero essere?

Immaginiamoci nuovi, in una vita nuova.

Allarghiamo poi il nostro sguardo e immaginiamo un sistema sociale, politico, economico diverso. Immaginiamo relazioni collaborative tra le persone, nelle nostre città e tra i popoli. Immaginiamo di utilizzare tutte le ricerche che già esistono per costruire beni non inquinanti. Immaginiamoci in armonia con la natura.

Abbiamo del tempo a disposizione, immaginiamo! Lasciamo che i nostri desideri ci guidino.

Ricordiamoci che l’energia è nel presente quindi immaginiamo il nuovo mondo che sta prendendo forma ora. Vi ricordate quando eravamo bambini e facevamo il gioco “facciamo finta che…”? Ecco in questo momento riconnettiamoci con l’energia del nostro essere bambini e riscopriamo il potere dell’immaginazione, ben noto anche ai saggi popoli. Giochiamo! Non può che farci bene. Immedesimiamoci nel mondo desiderato, con tutte le caratteristiche che vorremmo avesse. Sentiamo la gioia, la soddisfazione, il piacere, la pace… viviamo queste sensazioni al tempo presente, come quando eravamo bambini e tutto era vero.

I desideri ci riconducono a pensieri, sensazioni, emozioni che creano delle vibrazioni.  Il campo vibrazionale che si forma intorno a ciascuno individuo desiderante è come un magnete che attira tutto ciò che è in armonia con il desiderio e permette ad esso di realizzarsi. Non dimentichiamoci che l’universo è un insieme integrato di campi energetici interdipendenti, in un reticolo di interazioni.

Se saremo in tanti a desiderare un mondo nuovo le vibrazioni di uno si uniranno alle vibrazioni degli altri, creando un grande e intenso campo vibrazionale che comunicherà al Tutto i cambiamenti che desideriamo.

Nonostante la nostra possibilità di movimento sia limitata, siamo tutt’altro che fermi energicamente: c’è un grande movimento energetico che si sta riconnettendo al desiderio di pace, bellezza, benessere, “guarigione” nel senso più ampio del termine. Coinvolge individui, popoli, istituzioni…

Ci stiamo riconnettendo alla Madre Terra, molti hanno ricominciato ad ascoltarla e osservarla anche dalle proprie case: con meno rumore si sentono gli uccelli cinguettare, le gemme sugli alberi sono sempre più evidenti e inizia l’esplosione di fiori della primavera. La Terra ricomincia a respirare e ci dona la sua energia.

Il Coronavirus ci riporta al senso profondo della guarigione. L’umanità sta guarendo dall’ego.

Siamo fermi per avere il tempo di guarire dal nostro bisogno di controllo e affidarci all’amore che si muove libero e conosce la strada per la nostra realizzazione e felicità più profonda. Lasciare fluire l’amore dentro e fuori di noi, senza controllarlo, è aprirsi ai suoi doni. I nostri desideri più profondi sono frutto del dialogo tra noi e l’amore, così come le immagini che si creano.

Lasciamo fluire i nostri desideri senza limitarli affinché il dialogo possa essere costante e ciascuno di noi, nella relazione più intima con l’amore, possa creare le migliori condizioni per un’umanità felice e un mondo di bellezza.

 

Video: “Oltre il Coronavirus”

 

Maria Elena Aimo

Autrice del libro Codice dei desideri

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su