fbpx

Manuale di sopravvivenza alla gravidanza

 

Serena Milano presenta il suo libro Manuale di sopravvivenza alla gravidanza (Anima Edizioni). Disponibile in libreria o tramite web a questo link.

(Conferenza realizzata a Milano, nel mese di gennaio 2020)

Manuale di sopravvivenza alla gravidanza è un libro per sorridere insieme di tutti i consigli non richiesti che spesso vengono dati a chi è in dolce attesa.

L’equipaggiamento è il titolo del primo capitolo e riguarda tutto quello che serve per iniziare l’avventura della gravidanza: la pazienza, la capacità di fare sorrisi (anche finti), allargare il proprio vocabolario per evitare di rispondere usando le solite due o tre parolacce.

Nel momento in cui fai sapere che ti piacerebbe avere un bambino, tutti si aspettano che resti incinta subito e ogni volta che ti incontrano scrutano la tua pancia.

Molto diffuso è il test della sigaretta: se fumi, sei certamente incinta e allora sei una cattiva madre. Se hai smesso di fumare è perché sicuramente sei incinta ma non vuoi farlo sapere.

Se dopo un po’ di tempo non siete ancora incinte, aspettatevi diversi consigli su come concepire un bambino. Se il bambino continua a non arrivare, i discorsi cominciano a focalizzarsi sul dare la colpa alla madre o al padre.

Una volta annunciata la gravidanza, scoprirete che il mondo è pieno di ginecologi in incognito. Persone, numerossissime, che sanno esattamente come dovete vivere la gravidanza, come vi sentirete psicologicamente e qual è la dieta migliore per voi.

Altro argomento caldo: il sesso del bambino che nascerà. Tutti gli amici e i conoscenti esprimeranno le loro preferenze in merito, spesso basandosi sulla nota “sceinza delle forma della pancia”, e quando il sesso del bambino sarà noto, molti non si esimeranno dal mostrare la loro approvazione o disapprovazione.

La scelta del nome non sarà mai soddisfacente per gli altri. Il nome non andrà bene perché troppo moderno, antico, straniero, corto, lungo o abbinato male al cognome e così via.

Quando la madre ha appena partorito, sarebbe carino non farle notare quanto è stanca o ancora grassa.

 

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: https://anima.tv/come-sostenere-anima-tv/

Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette/

Vieni a trovarci! Visita la nostra homepage: https://anima.tv/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su