3. Bisogni indotti, emisferi esplosi

 

Stefano Russo ci porta nel mondo di Be Vibe – Coscienza intuitiva. Il potere della creatività a occhi chiusi. Video 3 di 11.

Il libro Be Vibe è disponibile in libreria o tramite web a questo link.

 

L’uomo perde facilmente la bussola tra i vari bisogni indotti da una società schizofrenica.

Siamo schiavi con catene tempestati di brillanti, sedotti dal piacere.

Piacere e dispacere sono correlati: dipendono uno dall’altro.

Colui che pensa al mondo fisico come unica realtà esistente rimane incagliato nei principi altalenanti degli opposti: felicità e tristezza, benessere e malessere, gioventà e vecchiaia, vita e morte…

Alla nascita abbiamo attivo solo l’emisfero destro. Con l’istruzione si attiva il sinistro.

Emisfero destro: mente irrazionale, inconscia, intuito, musica, disegno, creatività, pensieri fantastici…

Emisfero sinistro: mente razionale, conscia, logica, analisi, numero, linguaggio cosciente, parola, scrittura…

Diventa fondamentale la sincronizzazione di queste due dimensioni, nella creazione di uno spazio neutro di interazione, dove sostanza e forma diventano uno.

 

👉 Iscriviti alla nostra newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

🌈 Scopri le novità Anima Edizioni: https://anima.tv/novita-anima-edizioni/

😎 Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

💙 Vieni a trovarci! Visita la nostra homepage: https://anima.tv/

➡️ Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette-anima-tv/

 

 

👉 Iscriviti alla nostra newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

🌈 Scopri le novità Anima Edizioni: https://anima.tv/novita-anima-edizioni/

😎 Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

💙 Vieni a trovarci! Visita la nostra homepage: https://anima.tv/

➡️ Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette-anima-tv/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su