2. Carte Sonore: Consulto “one shot”

 

Armando G. Valsania ci porta in un viaggio di sette video, dove ci accompagna alla scoperta e all’uso del suo libro con carte Carte Sonore. Il prodotto è disponibile anche online a questo link.

 

Video 2 di 7: Il consulto “one shot”.

Nel consulto “one shot” si fa una domanda e poi si sceglie una sola carta per la risposta.

Il consulto “one shot aderente”

Scegliamo tra le 36 carte quella che ci attrae maggiormente.  

Quando giriamo la carta, notiamo come prima cosa il nome. Per esempio: “Mi mediante – Il perno”.

Vicino al nome c’è una freccia. Per esempio: freccia con la punta verso l’alto (che significa che i messaggi sono rivolti alla testa).

Viene poi riportato il progetto. Per esempio: “Assicurati che corpo, mente e spirito siano sempre connessi con l’universo”.

In fondo, è riportato il messaggio. Per esempio: “Cerca di instaurare relazioni affettive con persone indipendenti e dedicati con slancio a mantenere stabile il rapporto”.

Se la domanda fatta riguardava una relazione, la risposta allora ci indica che spesso gestisci la relazione con la mente, mentre è importante che corpo, mente e spirito abbiano un’unica connessione, ossia di vivere questa relazione con completezza. Per poterlo fare, la carta suggerisce di instaurare relazioni con persone indipendenti, basate sulla libertà reciproca, ma allo stesso tempo convergendo su un unico focus.

Il consulto “one shot a specchio”

Formuli una domanda e poi scegli la carta che non avresti scelto mai, quella che non è insintonia con te.

Questo consulto serve a farti caèpire quali sono le tue zone dombra o cosa dovresti imparare dalla tua parte nascosta nel subconscio.

Esempio: “La – Lo specialista”. La freccia, orizzontale, indica che la carta parla al cuore, siamo quindi nel campo delle emozioni. Progetto: “Approfondisci la conoscenza del particolare, mantenendo la visione dell’insieme”. Monito: “Metti a servizio del prossimo, la perspicacia del tuo intuito e la praticità delle tue azioni”.

Essendo una carta che non si sarebbe mai scelta, bisogna trasformare il messaggio. Nell’esempio considerato, la carta ci sta dicendo che non stiamo approfondendo la conoscenza del particolare, o lo facciamo senza però connettere tutto in modo sinergico. 

E il monito ci fa notare che probabilmente in questo momento non stiamo mettendo al servizio del prossimo quello che abbiamo imparato e appreso.

 

Tutti i video dell’autore sono disponibili nella sua scheda profilo qui

 

👉  Iscriviti alla nostra newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

🌈  Scopri le novità Anima Edizioni: https://anima.tv/novita-anima-edizioni/

😎  Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

💙  Vieni a trovarci! Visita la nostra homepage: https://anima.tv/

➡️  Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette-anima-tv/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lascia un commento con Facebook

Torna su