Psiche – Le scoperte delle neuroscienze…

 

Fabio Norcia presenta il suo libro Psiche – Le scoperte delle neuroscienze ci insegnano come diventare artefici del nostro destino. Disponibile in libreria o via web a questo link.

Fabio Norcia è un medico e neurofilosofo fiorentino che da più di 50 anni si occupa di indagare la psiche. Secondo Norcia, grazie alle neuroscienze possiamo capire come realizzare la nostra crescita spirituale, il benessere psichico e fisico. 

A tal proposito, il grande psichiatra Franco Basaglia afferma che, visto da vicino, nessuno è normale. Tutti siamo stati cresciuti con un’educazione più o meno repressiva e innaturale, mettendo in sofferenza l’anima e facendola così ammalare.

Norcia sostiene che l’anima sia una struttura fatta di psiconeuroni situata alla base del cranio, nella profondità del cervello. Essa è deputata a orchestrare il sistema psiconeuroimmunoendocrino, che controlla la salute globale dell’organismo.

L’anima è anche il centro delle emozioni, da essa nascono progetti e desideri. 

Parafrasando uno scritto di Jiddu Krishnamurti, egli afferma che l’ignoranza dei nostri processi mentali impedisce la reale crescita spirituale dell’individuo.

Fabio Norcia ha indagato a fondo la psiche per promuovere il benessere olistico della persona e ce ne parla nel suo libro Psiche: nella prima parte del libro spiega il funzionamento della mente e come questa si ammala; nella seconda parte illustra come rieducarla a un sano dialogo con l’io cosciente.

Com’è strutturata la psiche? Si tratta della parte del cervello dove risiede l’io, che è ciò che noi siamo e che è in parte cosciente, in parte sconosciuto, quindi inconscio.

L’io cosciente è la nostra coscienza, la mente superficiale, la mente razionale, che nel cervello occupa la parte più esterna, la corteccia. La parte inconscia, invece, contiene l’io inconscio, che è l’anima. 

L’anima è la mente arcaica, profonda, intuitiva, emozionale, ed è presente in tutti gli esseri viventi. 

L’anima, essendo a capo del sistema psiconeuroimmunoendocrino, possiede un ruolo fondamentale: garantire la salute di ogni organo. Quando l’anima è sofferente anche il corpo si ammala.

Le emozioni appartengono all’anima: anche gli animali hanno l’anima ma non hanno la coscienza, se non piccole frazioni; quindi vivono le emozioni pur non essendone consapevoli.

Norcia ci fa osservare come tutte le malattie dell’anima abbiano un fondamentale comun denominatore: il non aver realizzato la fiducia in se stessi, il non credere in sé. La mancanza di fiducia è una cosa che hanno in maniera naturale e sana tutti i bambini fin dalla nascita poiché è funzionale all’educazione: il bambino imita gli adulti per essere accettato dal gruppo, così acquisisce fiducia in sé; se avesse già fiducia in sé, non avrebbe interesse a venire coinvolto nel processo educativo.

Spesso però l’interesse del genitore si focalizza più sull’avere un figlio obbediente, meno sull’avere un figlio fiducioso. Fin quando non acquisirà fiducia in sé, egli sarà alla mercè della sofferenza dell’anima. La mancanza di fiducia è una condizione sofferente che tocca ogni ambito: affettivo, lavorativo, scolastico, sociale e può portare anche a gravi forme depressive e ansiose. 

La mancanza di fiducia è paragonabile a una prigione per l’anima poiché non le consente di realizzare i suoi progetti in libertà. 

Spesso, una malattia che nasce dalla psiche, con gli anni si trasforma in una malattia organica: basti pensare che persino i processi infettivi sono influenzati dalla salute dell’anima. 

Anche gli antichi avevano intuito dove si trovava l’anima: parlavano infatti di terzo occhio, guarda caso posto nella zona dove si trova l’anima.

Un modo che ha l’anima di rispondere quando le facciamo domande sono le emozioni: il pianto, ad esempio, può essere una risposta dell’anima che esprime la sua sofferenza. Ancora un altro metodo può essere quello di stimolare la nostra anima a sognare, dobbiamo “farle capire” che abbiamo compreso il suo linguaggio, quello onirico, così da stimolarla a sognare. I sogni possono essere messaggi di sofferenza, ovvero delle richieste d’aiuto, oppure consigli che l’anima cerca di dare alla coscienza. 

Dobbiamo instaurare una relazione diretta con la nostra anima, così che possa essere lei a guidarci nel nostro vero percorso, quello dell’autenticità, riportando mente e corpo sul cammino della guarigione.

 

👉  Iscriviti alla nostra newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

🌈  Scopri le novità Anima Edizioni: https://anima.tv/novita-anima-edizioni/

😎  Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

💙  Vieni a trovarci! Visita la nostra homepage: https://anima.tv/

➡️  Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette-anima-tv/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lascia un commento con Facebook

Torna su